Hong Kong

A ZONzo torna in Asia e va alla volta di Hong Kong, città che conserva abitudini e usanze della Mainland mostrando, al contempo, una propria indipendenza e libertà

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Hong Kong è, insieme a Macao, una delle regioni amministrative speciali della Cina, ciò vuol dire che dipende dal governo cinese, ma gestisce in modo autonomo il sistema legale, il controllo amministrativo, la moneta e l’estradizione.

Hong KongIn cinese il suo nome è 香港 (Xianggang) e significa “Porto profumato“.

Hong Kong sorge sulla costa meridionale della Cina e conta una popolazione di sette milioni di persone, concentrate su una superficie di 1.104 km².

La regione divenne una colonia dell’Impero Britannico dopo la fine della prima guerra dell’Oppio (1939-1942), periodo durante il quale estese i suoi confini, per poi ritornare sotto il controllo della Cina nel 1997.

Hong KongIl territorio è diviso in varie aeree: l’isola di Hong Kong, Kowloon, New Territiories e da più di 200 isole di cui quella più grande è Lantau.

La popolazione, che è per il 95% di etnia cinese, parla cantonese (lingua che, a differenza del cinese continentale, concepisce ben sette toni con una scrittura in caratteri non semplificati rispetto a quelli utilizzati in Cina) e inglese. Il clima è subtropicale, Hong Kong infatti sorge a sud del Tropico del Cancro, ed è soggetta quindi a stagioni monsoniche. Il periodo migliore per godere di un buon clima è da novembre a gennaio.

Hong KongLe aeree di maggiore interesse turistico sono Hong Kong Island e Kowloon. Qui da non perdere nella zona di Kowloon, il quartiere più poliedrico di Hong Kong popolato da indiani, africani ed europei, è il Temple Street night market, mercato notturno che offre ogni genere di mercanzia, spesso copia ben fatta di noti e costosi pezzi originali (dalle scarpe all’abbigliamento). Una passeggiata sull’Avenue of the Stars è d’obbligo; questa strada accoglie come la sua più nota gemella ad Hollywood, le stelle degli attori e registi più famosi nati nella regione, come Jet Li, Bruce Lee e Jackie Chan.

Hong KongDi sera la promenade ha un sentiero illuminato che segue il percorso di queste stelle incise nel pavimento. Da qui, inoltre, è possibile godere anche di uno skyline mozzafiato.

Sempre nella zona ci sono numerose gallerie d’arte e templi a cui vale la pena dare un’occhiata se si è appassionati.

Hong Kong Island è il cuore pulsante della regione, la Downtown. Qui è concentrata la vita frenetica degli abitanti di Hong Kong. Caratteristico è il Central-Midlevels Escalators, ovvero un tratto di scale mobili lungo circa 800 m e suddiviso in 20 segmenti che percorre 135 m dell’aerea risultando il mezzo più comodo per risalire le stradine ripide della zona.

Hong KongQui sorgono molteplici ristoranti, pub, pizzerie di ogni genere, dal ristorante nepalese a quello cantonese, passando per il greco, l’italiano, il giapponese e il brasiliano; insomma, volendo ci si ritrova a viaggiare in tutto il mondo attraverso il cibo.

Proprio in questo distretto attraverso un organizzatissimo sistema di trasporti pubblici (tram, autobus e metropolitana) si può raggiungere il Peak Tram, ovvero il punto di partenza di un famosissimo tram che percorre in soli 5 Hong Kongminuti una ripida salita oltre i grattacieli raggiungendo il punto più alto dell’area. Da lì è possibile godere di un panorama mozzafiato (soprattutto di sera e quando il tempo è favorevole e non c’è foschia).

Altrettanto piacevole è passeggiare tra i vicoletti di Hong Kong, e perdersi tra la miriade di mercati di pesce essiccato, bacche, germogli di ogni specie e tra i numerosissimi negozietti super forniti.

Hong KongMerita un’occhiata il Po Lin Monastery un complesso di templi situato sull’isola di Lantau che custodisce il Tian Tan Buddha, una statua di bronzo di 26 metri di altezza.

L’isola di Lantau  (clicca qui) è ben collegata al resto del territorio da traghetti e metropolitana. Per raggiungere i templi è anche possibile utilizzare la funivia e godere del panorama mozzafiato tutt’intorno.

Hong Kong offre numerosi sentieri per gli appassionati di hiking e anche numerose spiagge incontaminate dove è possibile rilassarsi, prendere il sole e godere della tranquillità del luogo. L’isola di Lamma è nota proprio per le sue lunghe e bellissime spiagge che offrono un momento di pace soprattutto ai viaggiatori che arrivano dalla Cina continentale.

Da Hong Kong è molto facile visitare l’altra regione amministrativa speciale della Cina, Macao. Le due regioni sono ben collegate attraverso un organizzatissimo sistema di traghetti che permette di raggiungere la meta in circa un’ora. A Macao si respira un’atmosfera molto più rilassata rispetto ad Hong Kong, la vita scorre lenta ed è tutto più tranquillo.

Hong KongEccetto il centro storico, che è caratteristico per le sue stradine piccole e pullulanti di venditori di ogni genere di cose, Macao è la patria del gioco d’azzardo, infatti l’intera regione è piena di imponenti casinò e altrettanti hotel di lusso.

In pochi giorni è quindi possibile visitare le attrazione principali di Hong Kong e ammirare la fusione della cultura cinese e di tutte le altre culture occidentali e non, che insieme convivono. Per i viaggiatori in arrivo dalla Cina, Hong Kong rappresenta un giusto compromesso tra la mainland e il mondo occidentale, mantenendo la tradizione cinese ma garantendo anche libertà di pensiero e di cultura.

Michela Gismondi

[ads2]

Letture Consigliate