Il Presidente Bisogno all’indomani del XXVII torneo internazionale di Cava

Uncategorized Il Presidente Bisogno all'indomani del XXVII torneo internazionale di Cava

Dal 5 al 12 giugno 2016, è andato di scena la XXVII edizione del Torneo Internazionale di calcio giovanile Città di Cava dei Tirreni in provincia di Salerno. Ecco le dichiarazioni del presidente Bisogno

- Advertisement -

Premiate le sette categorie al torneo internazionale di Cava dei Tirreni, giunto nel 2016 alla XXVII edizione, si ringrazia per l’eccellente svolgimento tutto il comitato organizzativo: il Presidente Giovanni Bisogno, il segretario Giuseppe Risi, il coordinatore Nunzio Siani, e i consiglieri Avallone, Berti, D.Bisogno, D’Amico, D’Elia, Di Giovanni, Marinucci e Sergio. Proprio al Presidente abbiamo chiesto il grado di soddisfazione raggiunto con le sensazioni legate a questa edizione di giugno 2016.

bisogno
Il Presidente Giovanni Bisogno.

- Advertisement -

Bisogno: “A conti fatti, posso essere solo soddisfatto! Tutto andato secondo i programmi previsti. Già a partire dalla presentazione della prima serata, abbiamo avuto veramente “un fiore all’occhiello” con la presenza del giovanissimo portiere del Milan Gianluigi Donnarumma. Figlio della nostra terra, ha dato lustro alla manifestazione. Portato dal tecnico Emilio De Leo, concittadino di Cava dei Tirreni che è stato con me alla Cavese e stimato tantissimo da Mihajlovic tanto da essere il suo tattico. Un ringraziamento personale per Lui da parte mia perché mi ha fatto veramente un gran regalo. Ma poi tutta la cerimonia inaugurale è stata veramente bella! Tremila spettatori con duemila piccoli atleti…cinquanta gare al giorno. Tutto all’insegna della sportività e tranquillità. E’ stata veramente una bella festa di sport e posso ritenermi veramente soddisfatto!”

bisogno
Giovanili Salernitana a Cava dei Tirreni nel giugno 2016.

P.D.: “Un complimento alla Salernitana, che tra tante squadre è stata l’unica a portare due categorie in finale!”

- Advertisement -

G.Bisogno: “Quando si arriva in finale, non ci si arriva mai per caso! La Salernitana, ha fatto un ottimo lavoro e per questo ha meritato le due finali quella degli Allievi e dei Giovanissimi. Anche se debbo dire che tutte le semifinali sono state molto tirate ed equilibrate. Alla fine la Salernitana è riuscita poi a giocarsi le due finali e diciamo che ha meritato il trionfo con i Giovanissimi, battendo per due a zero un’ottima rappresentativa Campana e poi è stata sfortunata nella categoria Allievi. Lì è stata sfortunata perché ha dovuto cedere il passo al Goteborg solo dopo la lotteria dei calci di rigori. Ma … diciamo, per chi ha visto la gara, che poteva passare benissimo nei tempi regolamentari avendo colpito clamorosamente un palo nel finale di gara. Peccato perché poteva conquistare due successi in due categorie!”

bisogno
Miglior calciatore 2016 Alex Gunnarson del Goteborg.

P.D.: “ E’emerso qualche talento interessante nell’arco della competizione?”

G.Bisogno: “Si qualche elemento nell’Internapoli, ma poi la scelta finale è ricaduta sullo Svedese del Goteborg Alex Gunnarson. Un attaccante classe 99 già ben definito fisicamente. Deve migliorare un tantino con il piede sinistro, ma ha ancora grossi margini di miglioramento. A lui è stata conferita la “Coppa Tremil” che premia il miglior calciatore del torneo. Altro premio di rilievo il “Trofeo Pellegrino” che và al calciatore più comunicativo. Ovviamente comunicativo nel senso che riesce a trasmettere il miglior messaggio educativo. Per questa edizione 2016 è stato conferito al ragazzo della Salernitana Giovanni Bisogno. E’ solo una coincidenza con i miei dati anagrafici perché in effetti non abbiamo nessun grado di parentela. Giovanni ha conquistato il trofeo Pellegrino avendo dimostrato solidarietà e conforto ad un avversario sprofondato in una crisi di pianto dopo la semifinale Salernitana-Cavese.

Iniziando già nella programmazione della XXVIII Edizione, tengo a dire che già da quest’anno tutti i vincitori nella propria categoria, oltre alla coppa, riceveranno una targa della commissione Europea. Questo e tante altre novità ci aspetteranno nella prossima edizione con l’augurio di infoltire il numero delle squadre estere che per questa edizione ha visto il ritorno del Miami, dopo qualche anno di assenza e la prima partecipazione del Goteborg, che arrivando qui ha messo in pratica il detto: Veni, Vidi, Vici!”.

 

 

 

- Advertisement -
Avatar
Pasquale D'Aniellohttps://zon.it
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...

Covid-19

Italia
222,241
Totale di casi attivi
Updated on 26 October 2020 - 16:46 16:46