il re dei social

Il re dei social. Gianluca Vacchi è l’uomo più seguito del web, che ha fatto del “niente” una professione e che si gode la sua condizione di ricco ereditiere, pago della rendita che proviene dall’azienda di famiglia e dei suoi numerosissimi follower. Conosciamolo meglio

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Il re dei social. Tatuatissimo, occhi azzurri, fisico scolpito, barba impertinente, capello bianco da playboy consumato. Di chi stiamo parlando? Ma del “ballerino” più famoso di Instagram, Gianluca Vacchi. Conosciamolo meglio il re dei social, che con i suoi 245mila fan su Facebook e 632mila follower su Instagram monopolizza l’attenzione ad ogni sua uscita, più dei politici e più dei vip “veri”. Classe 1967, bolognese, ha una laurea in Economia e Commercio e un’importante esperienza imprenditoriale di famiglia alle spalle. Gianluca Vacchi, infatti, è il rampollo della famiglia fondatrice dell’IMA, azienda leader nella progettazione e produzione di macchine automatiche per il processo e il confezionamento di prodotti farmaceutici, cosmetici, e alimentari.

Un nuovo Lapo Elkann

Un “precedente illustre” in tal senso è costituito dall’imitatissimo e bistrattato Lapo Elkann, che vive del nome della sua famiglia, impegnato in una

il re dei social
Il re dei social insieme al suo amico di tante avventure, Marco Borriello

serie di collaterali iniziative industriali non meglio specificate, portate avanti dal suo cognome altisonante e dalla sua abilità sui social e sui più importanti red carpet. Come Lapo, anche il re dei social ha alle spalle un parente meno mondano di lui ma molto più dedito all’azienda di famiglia.

Nel caso di Gianluca Vacchi si tratta di suo cugino Alberto, presidente di Confindustria Bologna e indicato da Montezemolo come il candidato più papabile per succedere a Giorgio Squinzi alla presidenza di Confindustria.

Noi, dal canto nostro, ci impegneremo a seguire il re dei social anche per coloro che non sono suoi seguaci, perché i balletti di Gianluca Vacchi su Instagram sono imperdibili. Eccone uno, per iniziare. Buona visione!

[ads2]

 

 

Letture Consigliate