“In Prima Persona”: svelata la tracklist del nuovo album di Lowlow

Musica"In Prima Persona": svelata la tracklist del nuovo album di Lowlow

Il 30 luglio esce “In Prima Persona” il nuovo album di Lowlow che segna la sua evoluzione artistica: ecco la tracklist svelata

Svelata la tracklist di “In Prima Persona” (Epic Records Italy/Sony Music Italy), il nuovo album di Lowlow in uscita venerdì 30 luglio su tutte le piattaforme digitali e in formato vinile e disponibile in pre-save e pre-order al seguente link: https://epic.lnk.to/Inprimapersona

Per la realizzazione di “In prima persona”, che segna l’evoluzione artistica e personale di Lowlow, l’artista, pur mantenendo il sodalizio con Big Fish, ha voluto al suo fianco vari artisti e produttori, aprendosi a sonorità nuove. Dopo il feat. con Ghemon in “Fino a che non ti odierò”, tra gli ospiti del nuovo album ci saranno anche J-AX, SVM e Briga mentre i brani, che saranno il risultato di un lavoro maturo, innovativo, che arriverà diretto ai cuori degli ascoltatori, sono firmati dai producer Daddy’s Groove, DFO, Cosmophonix, Marvely e Leo

La tracklist di “In Prima Persona”

LATO A

  1. DISCORSO D’ADDIO (prod. BIG FISH)
  2. MILANO ROMA (prod. COSMOPHONIX)
  3. LA MEGLIO GIOVENTÙ feat. J-AX (prod. BIG FISH)
  4. IN TERZA PERSONA feat. SVM (prod. BIG FISH)

LATO B

5. COSCIENZA SPORCA feat. BRIGA (prod. DADDY’S GROVE e CARLO CIAO)
6. FINO A CHE NON TI ODIERÒ feat. GHEMON (prod. DFO)
7. PIOVE SUL DUOMO (prod. BIG FISH)
8. URLO D’AIUTO (prod. MARVELY, LEO)

“In prima persona” segna un punto di arrivo e allo stesso tempo di partenza molto importante per la carriera di Lowlow: il collante dell’album è la lente di Giulio, attraverso la quale ha deciso di raccontare il quotidiano e il suo vissuto, per la prima volta senza filtri, ma mostrando davvero se stesso attraverso la scrittura identitaria e di alto livello che rimane sempre sua cifra stilistica. 

Ho scelto di mettermi in gioco in prima persona commenta Lowlow – perché con questa identità voglio che i racconti arrivino davvero. Piuttosto che usare come metafora un film, racconto una storia finita, saltando un filtro e mantenendo sempre un’energia che contraddistingue la diversità dalla quotidianità, che ti dà momenti di schizofrenia molto più di quello che vedi di un film. Ho tolto la maschera e sono diventato più vero, più reale”.

Antonio D'Amore
Mi chiamo Antonio, vivo a Nocera Inferiore in provincia di Salerno e studio Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. "Tutto ciò che abbiamo sono le connessioni che ci creiamo."

Covid-19

Italia
58,752
Totale di casi attivi
Updated on 23 July 2021 - 19:49 19:49