Wind Music Awards, tutti gli artisti premiati della prima serata



Wind Music Awards

Tornano i Wind Music Awards, convenzionalmente riconosciuti come gli Oscar della musica. A salire sul palco dell’Arena di Verona gli artisti che nell’ultimo anno hanno fatto il pienone di vendite discografiche e di sold out. Ecco i nomi di tutti i premiati della serata di lunedì 5 giugno

Wind Music Awards: l’appuntamento estivo più atteso dell’anno

I Wind Music Awards riaprono le porte al meglio della musica italiana ed internazionale e si riconfermano come l’appuntamento estivo più atteso dell’anno. Due prime serate, in diretta dalla magica cornice dell’Arena di Verona, in onda su Ra1 con la conduzione di Carlo Conti e di Vanessa Incontrada. La formula è sempre la stessa: ad essere premiati gli artisti che nel periodo che va da maggio 2016 a maggio 2017 hanno raggiunto i più importanti traguardi discografici.

Le certificazioni e la novità dello speciale “Premio Live”

I conduttori nel corso della prima serata dello show, prodotto da F&F Group, hanno assegnato tantissimi riconoscimenti certificati da GFK Retail and tecnology Italia in collaborazione con la FIMI (Federazione industria musicale italiana). Le categorie vengono scelte in base alle vendite, e sono: Oro (oltre le 25.000 copie vendute), Platino (oltre le 50.000), doppio Platino (oltre le 100.000 presenze), triplo Platino (più di 150.000), Quadruplo e 5 Platino (rispettivamente oltre le 200 e le 250.000) e Diamante (oltre le 500.000); quest’anno è stato introdotto il Premio Live, certificato dalla SIAE insieme ad Assomusica, e destinato allo spettacolo live e non musicale che ha totalizzato il maggior numero di ingressi.

Tutte le esibizioni

Ad aprire ufficialmente l’edizione 2017 dei Wind Music Awards Francesco De Gregori che ha allietato il pubblico dell’Arena con l’incantevole Rimmel, per lui lo speciale Premio FIMI. Ad Elodie invece, energico prodotto della fucina Amici di Maria, il premio per l’album Un’altra vita, eseguita da Fabri Fibra in coppia con Tommaso Paradiso, frontman dei The Giornalisti. Per il rapper anche altri premi, per l’album Fenomeno e per l’omonimo singolo. Altra accoppiata di successo è quella tra Marracash e Gué Pequeno che a casa hanno portato ben 4 statuette, una per l’Album Santeria e le altre tre per i singoli estratti. Ad infiammare l’Arena ci ha pensato poi Piero Pelù con la storica band Litfiba, per loro il premio per l’Album Eutòpia.

Primo ospite della serata lo scatenato Luis Fonsi che ha cantato il tormentone Despacito. In scaletta poi una grandissima firma della musica italiana, Renato Zero che tra le ovazioni del pubblico ha raccolto i premi per l’album Arenà e lo speciale Premio Arena di Verona per gli innumerevoli concerti tenuti all’interno del suggestivo teatro antico e per averne ancora una volta suggerito l’importanza culturale.

I premi

Non poteva essere che lei ad esibirsi dopo Renato, l’impeccabile e vulcanica Giorgia, che di statuette ne ha guadagnate due, per l’album Oro nero e per l’omonimo singolo. Restando in tema grandi ecco salire sul palco anche Eros Ramazzotti, premiato con il riconoscimento Premio SIAE, dedicato al suo primissimo inciso depositato presso la Società italiana di autori ed editori. A Fiorella Mannoia i premi per il singolo Che sia Benedetta e per l’album Combattente, mentre per Luciano Ligabue il premio per l’album Made in Italy.

Ancora tantissimi gli artisti premiati. Alessandra Amoroso tra le lacrime ha ricevuto lo special Award Arena per gli incredibili successi raccolti all’Arena, mentre al consolidato duo Fedez-J AX una vera e propria incetta di statuette: Doppio platino per il disco, 4 premi per i singoli e il premio Digital, conferito a chi ha raggiunto il miglior risultato nel digitale. J Ax è poi ritornato ad esibirsi, questa volta in compagnia di Nek, premiato per l’album Unici. A i ragazzi de Il Volo, è toccato il premio per l’album Notte magica – Tributo ai Tre Tenori, per l’incredibile caratteristica di portare sempre un pizzico di mondo in tasca ed una buona manciata di Italia nel cuore. Al vincitore dell’ultimo Festival di Sanremo Francesco Gabbani, il premio per il singolo Occidentali’s Karma, che lasciato la scimmia a casa si è aggiudicato anche il premio per l’album Magellano.

Altro intramezzo musicale con gli ospiti internazionali Clean bandit e subito dopo il featuring del momento, la strana, ma azzeccata coppia Rovazzi-Morandi. È lo stesso Gianni a conferire a Fabio il premio per il singolo “Tutto molto interessante”. A soli otto giorni dall’uscita dalla scuola di Amici, sul palco dei Wind Music Awards anche Riki che dedica ai suoi supporter il premio per l’album Perdo le parole. Unico artista a scendere in platea è stato lui, Ermal Meta che riceve il premio per l’album Vietato Morire e per l’omonimo singolo, ma non solo. La folla urlante gli ha donato un palloncino giallo che lui ha raccolto come simbolo di un infinito abbraccio con i suoi fan, I Lupi di Ermal.

A Raphael Gualazzi il premio per l’album Love life peace, mentre a Mario Biondi per l’incredibile album Best of soul. Ultimi due protagonisti della serata, Sergio Sylvestre premiato per l’album Big boy e Rocco Hunt, da poco diventato papà di Giovanni al quale potrà mostrare con fierezza il premio ricevuto per l’album SignorHunt. Grandi assenti costretti a casa per problemi familiari, Benji e Fede che si aggiudicano il premio per l’album 0+.

Appuntamento a questa sera con la seconda serata dei Wind Music Awards, in diretta dall’Arena di Verona, ancora in compagnia di Carlo Conti e di Vanessa Incontrada che ieri hanno tenuto incollati al televisore cinque milioni di telespettatori con punte del 23% di share. 

La scaletta della seconda serata

  • Alessandra Amoroso
  • Biagio Antonacci
  • Calcutta
  • Decibel
  • Elisa
  • Emma
  • Michele Bravi
  • Il Volo
  • Il Pagante
  • J-Ax e Fedez
  • Lowlow
  • Ligabue
  • Fiorella Mannoia
  • Modà
  • Fabrizio Moro
  • Gianna Nannini
  • Nek
  • Max Pezzali
  • Pooh
  • Massimo Ranieri
  • Francesco Renga
  • Thegiornalisti
  • Thomas
  • Sfera Ebbasta
  • Umberto Tozzi
  • Zucchero

Ospiti internazionali

  • Imagine Dragons
  • Lenny
  • Ofenbach
  • Charlie Puth

 

 

 

 

 

Leggi anche