India, depenalizzata l’omosessualità con decisione della Corte Suprema

india

Una sentenza storica è arrivata in India dopo anni di battaglie: l’omosessualità, che poteva comportare fino a 10 anni di reclusione, non è più reato

Decisione storica presa dalla Corte Suprema in India sul tema omosessualità: dopo oltre 150 anni di battaglie contro la sua criminalizzazione, da ora in avanti non sarà più considerato reato. A stabilirlo è stato un collegio composto da cinque giudici, che hanno deciso così di cancellare una sezione del Codice penale indiano considerata “irrazionale ed indifendibile”. 

Essere omosessuale non sarà più punibile con fino a 10 anni di reclusione, com’è stato fino ad oggi. Si tratta perciò di una sentenza storica, che segna un radicale passo in avanti per l’intero Paese e che incontra la soddisfazione di tutti gli attivisti per i diritti civili e delle comunità gay.