L’Iran trema: scossa di terremoto vicino a centrale nucleare



terremoto Iran Turchia
immagine da pixabay

Una scossa di magnitudo 4.5 è avvenuta in Iran nei pressi della centrale nucleare di Bushehr. Continua intanto la tensione con gli Stati Uniti

A poche ore dalle notizie degli attacchi iraniani alle basi americane in Iraq, l’Iran trema per una scossa di terremoto di magnitudo 4.5, localizzata dall’Istituto di Geofisica Americano ad una profondità di 10 km, in prossimità della centrale nucleare di Bushehr, a circa 17 km dalla città di Borazjan.

La situazione

Le autorità iraniane non hanno ancora rilasciato dichiarazioni riguardo la situazione post-terremoto: non si hanno perciò ancora notizie circa morti o feriti e neppure è facile supporre se ci siano stati danni alla centrale nucleare di Bushehr, vista la vicinanza di quest’ultima all’epicentro del terremoto.

Quello di Bushehr è anche l’unico impianto nucleare del Paese. La scossa avrebbe svegliato l’Iran, alle 5.50 di questa mattina, quando in Italia erano le 3.50 della notte tra martedì 7 e Mercoledì 8 Gennaio.

L’Usgs riferisce anche che, visto il suo epicentro, la scossa deve considerarsi un “evento naturale”.

L’attacco alle basi Usa

L’attenzione mediatica è al momento però tutta spostata sull’attacco alle basi Usa presenti in Iraq da parte dell’Iran, da considerarsi come una ritorsione per l’uccisione del potente generale iraniano Qassem Suleimani, morto in un attacco americano la scorsa settimana.

L’attacco è iniziato alle 1.20 locali (le 23.20 in Italia). La televisione iraniana ha detto che sarebbero stati uccisi “80 terroristi americani”, senza però fornire alcun riscontro.

 

Leggi anche