eruzione islanda
immagine da pixabay

Islanda: eruzione a soli 40 km dalla capitale. “Il codice è rosso, ma sui sismometri si vede pochissima turbolenza”, informa l’Istituto

E’ in corso una eruzione vulcanica in Islanda, a 40 km dalla capitale Reykjavik. A comunicare la notizia è l’Agenzia meteorologica islandese. Le autorità hanno prontamente sospeso i voli in zona.

Potrebbe interessarti:

L’eruzione si è verificata questo venerdì, 20 marzo, alle 21:40 (ora italiana). Il fenomeno ha creato immagini spettacolari. Negli ultimi 14 giorni la zona era stata vittima di migliaia di scosse di terremoto, per lo più di bassa entità. “L’eruzione vulcanica è iniziata a Fagradalsfjall. Il codice è rosso, ma sui sismometri si vede pochissima turbolenza“, spiega su Twitter l’Istituto che controlla l’attività sismica. Il sistema vulcanico interessato, Krysuvik, è localizzato a sud del monte Fagradalsfjall, sulla penisola di Reykjanes, nella zona sud-ovest dell’Islanda. Esso è stato inattivo negli ultimi 900 anni, stando ai dati dell’ufficio meteorologico. L’ultima eruzione sulla penisola di Reykjanes ha avuto luogo nel 1240, quindi ben 800 anni fa.

La prima notifica è stata ricevuta dall’ufficio meteorologico alle 21.40 gmt. L’eruzione è stata confermata tramite webcam e immagini satellitari“, è quanto apprendiamo dal sito web dell’Istituto. Per ora non si rilevano danni a cose o persone in quanto l’area è per lo più disabitata. Nel raggio di pochi chilometri, infatti, si trovano solo l’aeroporto internazionale islandese di keflavik e il piccolo peschereccio di Grindavik.

Letture Consigliate