ItalBasket: la nazionale di Messina comincia a prendere forma

italbasket
ItalBasket

L’ItalBasket di Messina comincia a prendere sempre più forma. Ecco i possibili 12 che affronteranno l’Europeo

project adv

Dopo i colpi di testa della scorsa settimana e i conseguenti aggiustamenti apportati alla squadra in vista dell’Europeo di fine agosto, inizia a prendere forma la nuova nazionale targata Ettore Messina.

Il vice di Popovich, dopo l’esaltante Torneo di Cagliari – dominato grazie alle convincenti vittorie con Finlandia e soprattutto Turchia – ha quasi del tutto messo a punto il roster che affronterà la rassegna continentale.

ItalBasket

Considerando i singoli ruoli è possibile carpire le scelte che il coach farà, anche osservando i tagli effettuati nelle scorse giornate.

Con ancora due giocatori da escludere (14 su 12 attualmente convocati), Messina ha reso evidente il tipo di gioco che la sua squadra farà vedere nel prossimo importante impegno.

PLAYMAKER

La cabina di regia, quasi sicuramente affidata al ritrovato Hackett dopo l’infortunio, vedrà l’alternarsi di Filloy, che ha dimostrato tanto di meritarsi la maglia quanto di ergersi a leader carismatico del gruppo, e quasi certamente di uno fra Cinciarini, una sicurezza a livello di esperienza, e Della Valle, utile per la sua duttilità nei ruoli di 1 e 2.

POSSIBILI CONFERME: HACKETT, FILLOY, DELLA VALLE

GUARDIE

Oltre al titolarissimo Belinelli, unica stella NBA rimasta dopo il forfait di Gallinari, ci dovrebbero essere Aradori e Abass che permetterebbero, per il loro doppio ruolo di 2/3, di dare fiato anche a Gigi Datome.

POSSIBILI CONFERME: BELINELLI, ARADORI, ABASS

ALI

Il reparto ali è, sicuramente, quello più disastrato dopo l’infortunio del Gallo. Datome è l’unica ala piccola di ruolo, che giocherà spesso anche da 4 e verrà sostituito da uno tra Aradori e Abass, e fra i lunghi a giro si migrerà nel ruolo di 5 atipico. Il fisico di Melli e il Q.I. cestistico di Pascolo, inoltre, potrebbero diventare l’arma tattica in più del tecnico siciliano che, con l’esclusione di Cusin, ha confermato l’utilizzo di uno small – ball in diverse fasi della partita. A tutto ciò, infine, si aggiunge il rinato Biligha che più volte ha mostrato sia una straordinaria volontà sul campo che un ottimo impatto a livello di gioco grazie al suo atletismo.

POSSIBILI CONFERME: DATOME, MELLI, PASCOLO, BILIGHA

CENTRI

Come al solito è il reparto meno ricco da diversi anni a questa parte. I tempi di Fucka e Marconato sono ampiamente finiti – e le difficoltà si vedono tutte – ma per fortuna della squadra anche il basket sta approdando verso nuovi orizzonti. Come detto lo small – ball sarà di casa ma, partendo dallo starting five, ci sarà sicuramente un quintetto fisico ad inizio match. Cervi è il centro più competitivo al momento, con i suoi 2,14 e le sue lunghe leve, ma rimane, purtroppo, l’unico 5 di ruolo. Ad affiancarlo ci saranno, senza dubbio, Melli e Pascolo a giro – con il primo che dovrebbe partire titolare con il reggiano – con l’incongnita Burns (un 4/5 tattico dalle mani buone e dalla grinta in abbondanza) che potrebbe rappresentare una valida alternativa nelle rotazioni.

POSSIBILI CONFERME: CERVI, BURNS

Video del giorno