L’Italia non supera il muro rosso bulgaro: non basta Chiesa

Prima PaginaL'Italia non supera il muro rosso bulgaro: non basta Chiesa

La Bulgaria ipnotizza l’Italia al Franchi: tanto gioco ma poco cinismo. Immobile in serata no, Chiesa ara la fascia, Georgiev le para tutte

L’Italia non va oltre il pareggio contro la Bulgaria, che esce dal Franchi con un punto miracoloso. Gli azzurri non cambiano mentalità e fanno la partita, però con poco cinismo rispetto al solito. Si esalta Georgiev, man of the match della gara insieme a Federico Chiesa. Prosegue la striscia di imbattibilità: 35esimo risultato utile consecutivo e record in compagnia di Spagna e Brasile.

La cronaca

L’Italia gioca da campione d’Europa e si impossessa della proprietà della palla sin dal primo minuto. Jorginho guida il centrocampo da maestro, Chiesa strappa sulla fascia destra. Gli azzurri trovano spesso imbucate sull’esterno grazie anche ai lanci di Bonucci. Al 16′ ci pensa Chiesa a sbloccare la partita con una grande azione individuale: l’esterno si accentra dalla destra salta due uomini in velocità e duetta con Immobile (anticipato da Antov), prima di scaricare il sinistro all’angolino.

La doccia fredda arriva nel momento migliore dell’Italia: la Bulgaria trova spazio sulla sinistra, lasciata scoperta da Florenzi, Despodov ne approfitta e di esterno serve Iliev per il pari. Gli azzurri si svegliano subito e sprecano l’occasione del pari con Insigne, bravo ad uncinare un assist con il contagiri di Bonucci.

Nel secondo tempo prosegue il dominio dell’Italia (con meno entusiasmo rispetto alla prima mezz’ora), che però non è aiutata da Immobile, in una serata no. L’attaccante si fa ipnotizzare più volte da Georgiev. Il portiere bulgaro si supera su Chiesa, con una parata in uscita con il braccio a disinnescare lo scavetto dell’ala italiana. Passano i minuti e il muro rosso diventa sempre più difficile da arginare.

Le pagelle

Chiesa 7 – Sempre presente sulla fascia, salta quasi sempre l’uomo e crea superiorità numerica. Il gol è un capolavoro di atleticità e tecnica.

Barella 6,5 – Corre e non è una novità, si trova a suo agio a duettare con Chiesa. Si inserisce bene e recupera velocemente il pallone.

Verratti 6,5 – Gioca bene a centrocampo insieme a Jorginho e Barella. Serve a Immobile una palla magica con un colpo di tacco illuminate. Non sbaglia quasi mai un passaggio, importante nel palleggio.

Bonucci 6 – Un uomo in più nella costruzione del gioco, serve spesso i due esterni quando i centrocampisti sono marcati. Non ha problemi in fase difensiva.

Insigne 5,5 – Incostante durante i novanta minuti. Inizia bene per poi spegnersi, sfiora il gol con un bella giocata. Nel secondo tempo non incide e lascia il campo per Berardi.

Florenzi 5 – Disattento in occasione del pareggio bulgaro: si fa beffare troppo facilmente da Despodov sulla fascia.

Acerbi 5,5 – Bene durante i novanta minuti, ma poco attento in occasione del pareggio della Bulgaria. Si fa anticipare facilmente da Iliev.

Immobile 5 – Spesso anticipato dalla difesa rivale, si trova al punto giusto, ma non è molto freddo nelle scelte. Un po’ impreciso e meno velenoso del solito.

Georgiev 8 – Monumentale. Regala alla Bulgaria un punto miracoloso grazie alle sue prodigiose parate, in particolare su Chiesa.

Despodov 6,5 – Uno dei pochi a salvarsi nella Bulgaria, che giustamente lascia il comando del gioco all’Italia. Regala l’assist vincente a Iliev con una trivela alla Quaresma.

Iliev 6,5 – Non molto presente nelle manovre offensive, ma ha il merito di aver timbrato il cartellino ed anche con un bel gesto tecnico.

Antonio Salomone
Scrivo per amore dello sport o seguo lo sport per l'amore della scrittura? Entrambe le cose. (Quasi) giornalista pubblicista. Tra le poche cose ho una Laurea in Scienze della Comunicazione e un Master in Giornalismo Sportivo. Amo approfondire ed essere un testimone della realtà.

Covid-19

Italia
102,244
Totale di casi attivi
Updated on 27 September 2021 - 15:13 15:13