J-Ax ft Il Cile, Maria Salvador – “tutto ciò che ami alla fine ti distrugge”

In rotazione radiofonica da oggi Maria Salvador, il nuovo singolo di J-Ax in collaborazione con Il Cile, estratto dall’album Il bello di essere brutti

Si intitola Maria Salvador il nuovo singolo di J-Ax ft Il Cile, terzo estratto dal già disco di platino Il bello di essere brutti. Un album che vede J-Ax proporre testi più intimi e impegnati, a tratti autobiografici. In Maria Salvador la riflessione coinvolge le cose che amiamo e l’influenza spesso ingovernabile che esse hanno su di noi.

C’è una frase famosa proveniente da Fight Club… Le cose che possiedi alla fine ti possiedono. Secondo me non si tratta solo di cose materiali che puoi acquistare, ma è un problema che si ripropone in altri aspetti della tua vita.

Tutto ciò che ami alla fine ti distrugge.

ha commentato lo stesso J-Ax a proposito del brano. Una dimensione più profonda, che allarga i suoi maria salvadororizzonti a tematiche più serie e a scelte musicali contaminate da diversi registri, anche grazie alla collaborazione con altri artisti, in questo caso Il Cile, che sul suo profilo social ha prontamente ringraziato “lo zio per avergli dato modo di lavorare con lui”.

Riportiamo in anteprima all’articolo un video di Maria Salvador nella sua versione live eseguita da Ax durante uno dei concerti all’Alcatraz di Milano. Di seguito invece il testo del brano

Oh Maria Salvador,
te quiero mi amor.

Sveglia, suona, buco in pancia.
Scendo, moka, radio, canna.
Salgo, denti, doccia, barba,
leggo l’iPhone sulla tazza.
Vendi, compra, Dow Jones, Nasdaq,
paga, tassa, broker, banca,
tanta, gloria, quanta, ansia,
stacco, basta, sbatta, canna.

Per non vedere il mio nemico basta chiudere il Mac,
le sue tipe di cognome fanno tutte jpeg.
Fumo e leggo i tuoi commenti, si, però per divertirmi,
ossessivo come un nerd: The Big Bong Theory!
I russi coi miliardi fanno shopping da Trussardi,
una volta erano Zar, sono diventati zarri.
Sono tutti presi male dall’invidia verso gli altri,
serve mantenersi calmi con il metodo Bob Marley.

Oh Maria Salvador, te quiero mi amor.
Tetraidro-rivoluzione, tra le note di questa canzone.
Non è verde soltanto l’invidia, che divora la società.
Ma è verde una foglia che vibra, piccolo spazio pubblicità.

Ignoro il mondo e la sua angoscia,
cuffia, alta, banna, blocca.
Fuori, dallo, studio, folla,
foto, entra, rolla, canna.
Base, scrivo, leggo, spacca,
Logic, canto, ascolto, canna.
Stylist, driver, segretaria,
stanno, male, cambia, l’aria.

Se fossi ripulito avrei la mia faccia su People,
però dovrei nascondere il mio vizio preferito, tipo:
cantante gay che fa l’etero incallito,
invece ho fatto coming out persino con la Digos.
Sanno che fumo anche Finanza ed Interpol,
sanno anche che ho l’avvocato di Andreotti e Amanda Knox.
Dici che mi fotte il cervello, per adesso ho:
tre partite Iva, casa, barca, moto, Porsche.

Oh Maria Salvador, te quiero mi amor.
Tetraidro-rivoluzione, tra le note di questa canzone.
Non è verde soltanto l’invidia, che divora la società.
Ma è verde una foglia che vibra, piccolo spazio pubblicità.

Fuori, giungla, azzanna, mangia,
spingi, sputa, spacca, spalma,
menti, fotti, ruba, sgramma,
odio, tutti, serve, canna.

Pranzo, mamma, vecchia, stanza, apro la finestra, canna.
Col vicino finanziere sul balcone che mi guarda,
voglio che il quartiere veda bene chi comanda,
così non mi nascondo e gliene fumo una in faccia.
Bacio mamma, chiamo Uber, chiedo fumo, dice vada.
Me ne schiumo almeno un paio, prima di arrivare a casa.
Passo in fronte ad un controllo con paletta sollevata,
ma io sto su un auto blu e mi aprono la strada.

Ogni, vizio, una, condanna,
ciò che, ami, poi, t’ammazza.
Fumo, nero, dama, bianca,
Rete, 4, pasta, grappa.
Ma entro in, stanza, lei già, calda,
via la, gonna, maglia, tanga,
suda, grida, birra, canna,
guerra, vinta, canna, nanna.

Oh Maria Salvador, te quiero mi amor.
Tetraidro-rivoluzione, tra le note di questa canzone.
Non è verde soltanto l’invidia, che divora la società.
Ma è verde una foglia che vibra, piccolo spazio pubblicità.