Warriors, Kevin Durant ancora out: si teme rottura tendine d’achille



kevin durant
YouTube NBA-ESPN

Kevin Durant potrebbe essere costretto ad un lungo stop dopo l’infortunio di ieri. Le prime indiscrezioni parlano di rottura del tendine d’achille

L’estate del 2019 sarebbe dovuta essere l’estate di Kevin Durant, free agent più desiderato dai tempi di LeBron James e della sua “The Decision“. Ieri notte si è rotto tutto in un secondo.

Il secondo quarto è appena iniziato quando KD cerca di superare Ibaka, va in dribbling sotto le gambe e si lancia per un layup con la mano sinistra quando il tendine d’Achille del piede destro cede. La risonanza magnetica di oggi darà il responso definitivo ed ufficiale ma tutti i segnali inducono al pessimismo. Lo stop previsto in questi casi varia dai 7 ai 9 mesi.

Sono devastato in questo momento, non voglio mentire. Ma vedere i miei compagni lottare e prendere questa vittoria è come prendere uno shot di tequila, ho ripreso vita” ha scritto lo stesso Kevin Durant in un post sul suo profilo Instagram.

Per Durant, 2 volte campione NBA e 2 volte MVP delle Finals, si apre ora un periodo caratterizzato da molti punti interrogativi. Ancora prima di intraprendere la riabilitazione, inizierà la free agency e potrebbero esserci sorprese riguardo alla rosa di pretendenti dopo l’infortunio. Talento e classe non sono certo in discussione e non è in dubbio neanche il suo rientro a pieno ritmo e al massimo delle sue possibilità, che sono infinite.

Va però considerato il suo ingaggio e il fatto che un infortunio del genere, a 30 anni, potrebbe sconsigliare qualche team dal puntare su di lui per ricostruire una squadra. Per ora la scena se la prendono le Finals, a breve si penserà al futuro. Nel frattempo, in bocca al lupo Kevin.

 

Leggi anche