Allenatore
Foto: Facebook Serie A

“Il coro è unanime, ci stanno arrivando una marea di messaggi!”, così Walter De Maggio incorona il miglior allenatore azzurro

Il coro è unanime, sono tutti per Walter Mazzarri dice De Maggio ai microfoni di Kiss Kiss Napoli, radio ufficiale della squadra partenopea.
Walter Mazzarri, nato a San Vincenzo il 1° ottobre 1961, è stato eletto il miglior allenatore del Napoli degli ultimi dieci anni. Mazzarri è riuscito quindi a battere i grandi nomi del passato che si sono seduti sulla panchina azzurra.

È stato in grado di scalzare nomi altisonanti e pluridecorati come Carlo Ancelotti e Rafael Benitez. Proprio l’allenatore spagnolo trionfò nel 2014 sollevando Coppa Italia e Supercoppa Italia alla guida di un Napoli che per la prima volta cominciava a sentire il brivido dell’Europa.

L’allenatore livornese è riuscito a porre il proprio nome in cima alla classifica dei più grandi dell’ultimo decennio. Persino Maurizio Sarri, allenatore che non ha portato trofei ma ha regalato alla piazza partenopea una precisa identità di gioco le cui idee ancora riecheggiano allo stadio Maradona, si è dovuto inchinare al talento e alla grinta di Walter Mazzarri.

Anche l’attuale allenatore azzurro, Gennaro Gattuso, si è dovuto fare da parte di fronte alla alla ‘cazzimma’ messa in campo da Mazzarri.

Il Napoli di Mazzarri

La squadra allenata dall’allenatore toscano, vincitrice di una Coppa Italia nel 2012 dopo anni e anni di buio totale, così si disponeva in campo:

Napoli (3-4-3): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro[C], Britos; Maggio, Inler, Dzemaili, Dossena; Hamsik, Lavezzi, Cavani.

Mazzari presentava un Napoli particolarmente attendista, dotato di incredibili e pericolosissime folate offensive. I suoi tre tenori in avanti erano dotati di estro e fantasia. In particolare il centravanti Edinson Cavani, il cui nome fa ancora tremare il cuore ai tifosi azzurri in grado di attenderlo fino a tarda notte in aeroporto per una ‘presunta voce’, era in grado di ribaltare partite praticamente perse con autentiche prodezze negli ultimissimi secondi del match.

Con la sua grinta e i suoi talenti, il Napoli dell’allenatore Walter Mazzarri, è di certo un autentico fiore all’occhiello della recente storia calcistica partenopea.