L’appello di Steve e Danka a Le Iene: “E’ importante l’educazione sessuale”

Prima Pagina L'appello di Steve e Danka a Le Iene: "E' importante l'educazione sessuale"

L’appello delle porno star Steve e Danka a Le Iene: “Non lasciate che l’educazione sessuale sia affidata al porno, che è solo intrattenimento”

Le Iene hanno incontrato Stefano e Federica, in arte Steve e Danka. Fidanzati fin da quando erano ragazzini, hanno scelto di lavorare creando contenuti originali per adulti, alias film porno. Inizialmente erano molto attenti a non far arrivare i loro video in Italia, così da non essere riconosciuti da nessuno. Poi però non c’è stato nulla da fare: il successo li ha travolti e hanno dovuto fare i conti con la loro famiglia. Non pochi sono stati i pregiudizi che hanno affrontato; soprattutto per Federica non è stato facile: agli occhi di molti lei era la poco di buono e lui quello figo.

- Advertisement -

Proprio per evitare che messaggi come questo, possano arrivare ai più piccoli, hanno incontrato Le Iene per fare un appello allo Stato Italiano. Hanno chiesto a gran voce che l’educazione sessuale non venga lasciata a loro. Il porno, infatti, è un intrattenimento. Non si può affidare alle pornostar un compito così importante, quale lo sviluppo dell’identità sessuale. Al giorno d’oggi poi, con il facile accesso che gli adolescenti hanno ad internet, sono sempre di più quelli che per la prima volta entrano in contatto con l’altro sesso attraverso uno schermo. Ma quello che vedono ha una propria specifica grammatica e spesso viene scambiato con il “fare l’amore”.

Ma a detta di Steve e Danka, il sesso nei video porno è molto lontano dall’amore: non c’è comunicazione, non sempre ci sono i preliminari e in diversi casi il punto di vista mostrato è molto maschilista. Insomma, per evitare che i più piccoli, che non sono capaci di distinguere propriamente la realtà dalla finzione, facciano propri messaggi sbagliati, sarebbe ideale che lo stato promuovesse l’educazione sessuale nelle scuole. Dati statistici riportano infatti, che in molti stati europei e non solo, grazie all’educazione sessuale sono diminuite le gravidanze adolescenziali nonché la diffusione di malattie sessualmente trasmissibili.

- Advertisement -
Avatar
Benedetta Picariello
Ciao sono Benedetta ho 23 anni e sono una laureata in Scienze della comunicazione all'università di Salerno. Attualmente studio Media, comunicazione e giornalismo al "La Sapienza". Mi piacciono la lettura, il cinema, il teatro, i viaggi, insomma tutto ciò che mi permette di conoscere il mondo nelle sue mille sfaccettature. Sono stata giurata al Giffoni Film Festival dal 2015 al 2018

Covid-19

Italia
787,893
Totale di casi attivi
Updated on 28 November 2020 - 05:27 05:27