Le Gallerie degli Uffizi di Firenze acquisiscono disegni di Soldani Benzi

uffizi

Importante acquisizione per le Gallerie degli Uffizi. Al museo di Firenze 43 disegni perduti di Soldani Benzi, l’ultimo artista dei Medici

Massimiliano Soldani Benzi fu una figura di spicco del tardo Barocco fiorentino, nonché ultimo artista della dinastia medicea. Proprio per questo, i 43 disegni acquisiti dalle Gallerie degli Uffizi di Firenze rivestono grande importanza e ricostruiscono il processo creativo dell’artista. Inoltre, si sa che le opere di Soldani Benzi furono ricercate a lungo in tutta Europa.

L’artista fiorentino ebbe una grande e lunga carriera. Infatti, egli ebbe uno stile molto personale, frutto della fusione tra la tradizione manieristica fiorentina e le tendenze della scultura barocca romana. Inoltre, Soldani Benzi si dedicò a un’ampia varietà di soggetti e oggetti, gran parte dei quali furono destinati alla dinastia medicea.

Ancora, lo scultore si cimentò in ambiti artistici diversi. Comunque, tutta la sua opera è ben documentata dal gruppo di disegni acquisito dalle Gallerie degli Uffizi. Alcuni dei fogli riportano studi per opere ancora esistenti e realizzate, appunto, per i Medici. In particolare, sono mostrati progetti per arredi, o di cornici destinate alle porte. Infatti, tra le attività dell’artista, ci furono disegni preparatori di opere conservate, ad esempio, a Palazzo Pitti.

Infine, il direttore delle Gallerie degli Uffizi, Eike Schmidt, ha anticipato: “Nella mostra che stiamo progettando per l’anno prossimo, dedicata alla scultura in bronzo sotto gli ultimi Medici, una sezione sarà dedicata proprio al confronto tra i disegni preparatori e le opere finite”.