Le Iene intervistano Sfera Ebbasta, il “King Trap”

sfera ebbasta

Sfera Ebbasta, il rapper del momento, intervistato dalle Iene

Tanti tatuaggi, incisivi placcati d’oro e capelli rossi: ma chi è veramente Sfera Ebbasta?
Il programma Le Iene ha deciso di intervistarlo per farcelo conoscere meglio.

Sfera Ebbasta , insieme a Ghali, è il più importante e seguito cantante italiano di trap, quel genere di rap nato ad Atlanta negli anni Novanta e che da qualche anno è diventato un fenomeno ascoltato da milioni di persone e popolare soprattutto tra gli adolescenti di tutto il mondo.

Il suo vero nome è Gionata Boschetti, il suo primo disco uscì nel 2015 e si chiamava XDVR.  Nel 2017 ha collaborato con Gué Pequeno, uno dei più affermati rapper italiani, per la canzone “Lamborghini”, e ha fatto uscire i singoli “Dexter” e “Tran Tran”, che hanno anticipato Rockstar, il suo nuovo disco, primo in classifica da tempo.

Tutte le sue canzoni, come ci rivela anche nell’intervista, rientrano nella classifica top 100 delle canzoni più ascoltate al mondo.

Le Iene ricordano al giovane “King Trap” (così viene definito da chi ascolta le sue canzoni) che molti non sanno nemmeno chi sia, soprattutto i genitori dei suoi fan.
Non lo conoscono “ancora per poco” aggiunge lui. Il genere di musica che fa,come racconta anche lui, coinvolge un target di persone che vanno dai 13 ai 25 anni.

Alla domanda: “Ma nel mondo della musica ci sono casi di molestie, come accade nel cinema?” il rapper risponde “Sicuramente ci sono casi del genere, ognuno dovrebbe denunciare fatti simili.”

Sfera Ebbasta dichiara anche di essere favorevole al matrimonio gay, ma non è del tutto d’accordo con l’adozione da parte di coppie omosessuali.

Durante l’intervista gli viene anche chiesto:
“Quali sono le differenze fra te e Fedez?” “Bisognerebbe ascoltare la nostra musica per trovare le differenze. E’ tutto scritto lì dentro, nella musica che facciamo.”

Certo, c’è da dire che il rapper non è un sant’uomo! Fuma marijuana, va spesso a ballare, ha una donna diversa ogni venerdì, ma dietro questa corazza, c’è un ragazzo che ha dovuto lavorare sodo per arrivare ad essere quello che è.

Alle Iene racconta di aver svolto qualsiasi lavoretto, dall’elettricista al commesso. Ha perso suo padre, ha sofferto molto e con il suo primo “stipendio”, ha regalato una casa a sua madre.
Esibisce tutte le sue collane d’oro ed i suoi gioielli con orgoglio e dice:
“Non ho paura di ostentare la mia ricchezza. Se sono arrivato qui è perchè ho lottato e questo è il simbolo di tutto ciò che ho fatto, ne vado fiero.”

Sfera Ebbasta conclude l’intervista salutando Nadia Toffa, tornata nel programma dopo aver affrontato una malattia!