20 Dicembre 2017 - 10:13

le Iene e l’assessualità: questa la storia di due giovani ragazzi

Omar Mohammed

Le Iene affrontano il tema dell’asessualità con un’intervista ad un ragazzo e una ragazza, i quali attraverso i racconti della propria vita intima e privata confidano di non riuscire a provare attrazione sessuale verso nessuno

E’ appena andata in onda l’intervista fatta da Matteo Viviani, inviato del programma televisivo le Iene, ad Andrea ed Ambra i quali  dopo un lungo periodo di ricerca su se stessi ed esperienze vissute con altre persone, hanno scoperto di avere un particolare orientamento sessuale che non permette loro di provare nessuna attrazione sessuale. 

I due ragazzi, durante l’intervista hanno raccontato di non provare attrazione sessuale verso nessuno, ma di provare comunque piacere e affetto verso altre persone.

Andrea racconta di aver dato il suo primo bacio a 14 anni circa e di aver avuto il suo primo rapporto a 22 anni circa. Egli ha confidato “il contatto mi piace, star nudi nel letto mi piace, ma non sfocia nel piacere“. Matteo Viviani replica al ragazzo “da un semplice bacio partono circa 8 milioni di stimoli al cervello e da li partono anche degli impulsi di tipo sessuale”. Andrea, allora, ironicamente risponde “ma allora i miei 8 milioni si sono persi altrove”.

Sia Andrea che Ambra hanno provato ad avere rapporti sessuali, ma nessuno dei due ne è rimasto soddisfatto.  Ambra racconta: “mi sentivo molto legata a questa persona e mi sono detta ok proviamo. Arrivata lì sul momento ho detto che devo fare?, non mi è dispiaciuto, non sono sicura però di avere avuto un orgasmo. Non mi è sembrata tutta questa grande cosa”.

Quello che rende questi due ragazzi così diversi dagli altri viene identificato con il nome di asessualità e il solo sapere che c’è un nome al loro modo di essere li fa stare meglio, li tranquillizza.

La Iena, inoltre, ha intervistato il sessuologo e psicoterapeuta Quattrini il quale spiega che molto spesso l’asessualità non ha nulla a che fare con possibili traumi subiti in passato come confermato anche da Ambra e Andrea.

Andrea ed Ambra,nonostante tutto, hanno deciso di non nascondere la loro asessualità ma durante il servizio sono molti i ragazzi che , per paura di essere giudicati, hanno deciso di tenere nascosta la loro asessualità non rivelandola nemmeno ai propri genitori.