8 Aprile 2018 - 23:54

Le Iene: lo scherzo/ tradimento all’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno

gianni alemanno

Le Iene tornano con la loro rubrica sugli scherzi ai vip. Questa volta la vittima è l’ex sindaco Gianni Alemanno

Lo scherzo di questa sera delle Iene è stato fatto all’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Affinché lo scherzo avvenisse è stata contattata prima la compagna dell’uomo, Silvia Cirocchi, giornalista e poi il suo migliore amico, Felice Costini, medico di Rieti. Gianni Alemanno e Felice, detto Chicco, sono amici da molto tempo, dagli anni del movimento sociale.

Alle due persone più vicine di Alemanno viene chiesto di far credere all’uomo di iniziare a lavorare per l’attuale sindaco di Roma, Virginia Raggi.

Tra la Raggi e Alemanno c’è una dichiarata opposizione politica, la donna infatti è con il Movimento 5 Stelle, mentre l’uomo con la Lega di Salvini; inoltre da quando la Raggi è sindaco di Roma, molte delle negatività della città sono state imputate proprio ad Alemanno.

Le Iene hanno così incontrato Silvia e hanno organizzato tutto.

Ecco lo scherzo

Il 28 marzo lo scherzo ha preso vita. Silvia ha comunicato al suo compagno di essere stata chiamata in Campidoglio per un nuovo impiego. Alemanno è un po’ scettico ma sembra tranquillo.

Lo scherzo continua inserendo anche l’amico Chicco, Silvia manda una foto ad Alemanno mentre l’amico sale su un taxi sotto il Campidoglio.

Chicco raggiunge Gianni nel suo ufficio e iniziano a confrontarsi. Alemanno cerca di capire se l’amico sta nascondendo qualcosa, mentre l’uomo inizia a esporgli alcuni dubbi sulle loro scelte politiche. Ad un certo punto è Silvia a peggiorare le cose perché non solo gli comunica di aver accettato il lavoro in Campidoglio, ma anche di aver letto tra i nomi di alcune commissioni il nome di Felice Costini.

Alemanno a questo punto inizia a sentirsi ancora più tradito e sbotta contro l’amico e le sue scelte politiche. All’arrivo di Silvia nell’ufficio la situazione degenera perché la donna sostiene di aver accettato un impegno come capo ufficio stampa della Raggi. Alemanno è sempre più nervoso, quando i due “traditori” gli offrono di unirsi a loro e di passare al Movimento 5 stelle. L’uomo è completamente contrariato: “ho una mia dignità, una mia storia”, queste le parole dell’ex sindaco.

Quando finalmente Silvia e Chicco rivelano la verità, Gianni Alemanno, sollevato, dichiara alle telecamere delle Iene di aver sudato freddo.