Tutte le novità sull’Ecobonus

HomeVarieTutte le novità sull'Ecobonus

Continua ad essere elevato l’interesse nei confronti dell’Ecobonus, agevolazione che sembra stia dando importanti risultati anche per quanto riguarda il rilancio del settore edilizio ed immobiliare

Secondo il gruppo studi Tecnocasa, infatti, in questo primo semestre del 2021 si è registrata una vera e propria ripresa delle compravendite immobiliari, che sono arrivate a superare i numeri del 2020 ma anche quelli del 2019. Il ruolo dell’Ecobonus da questo punto di vista è stato sicuramente importante, in quanto sono stati parecchi coloro che hanno scelto di approfittare di tale agevolazione per acquistare un immobile da ristrutturare.

Vale però la pena andare a vedere quali sono state le ultime novità introdotte, perché negli ultimi mesi sono stati diversi i cambiamenti previsti sull’Ecobonus.

Scadenze posticipate per IACP ed edifici da 2 a 4 unità

Una prima novità, introdotta dal decreto Sostegni 59/2021 riguarda le scadenze previste per il pagamento delle spese. Queste rimangono sostanzialmente invariate per chi effettua lavori su edifici unifamiliari (30 giugno 2022) e su condomini (31 dicembre 2022) mentre sono state posticipate per IACP ed edifici da 2 a 4 unità.

Per quanto riguarda gli interventi su edifici appartenenti all’edilizia pubblica (IACP e simili), se alla data del 30 giugno 2023 sono stati effettuati almeno il 60% dei lavori previsti, la detrazione del 110% viene concessa anche per le spese sostenute dopo la scadenza iniziale del 30 giugno 2023 e fino al 31 dicembre 2023.

Per quanto riguarda gli interventi su edifici composti da due a quattro unità immobiliari distintamente accatastate, se alla data del 30 giugno 2022 sono stati effettuati almeno il 60% dei lavori previsti, la detrazione del 110% viene concessa anche per le spese sostenute dopo la scadenza iniziale fissata al 30 giugno 2022. Questa è infatti stata prorogata al 31 dicembre 2022.

Precisazioni sulla sostituzione dell’impianto di riscaldamento in condominio

Un’altra interessante precisazione, di cui tutti non sono a conoscenza, che è arrivata dall’Agenzia delle Entrate di recente riguarda la sostituzione dell’impianto di riscaldamento nei condomini che intendono usufruire dell’Ecobonus. Come sappiamo, questo è uno degli interventi considerati trainanti e dunque è importantissimo in quanto consente di accedere a tutte le agevolazioni previste.

L’Agenzia delle Entrate ha specificato che non è necessario sostituire integralmente l’impianto per godere della detrazione.È sufficiente che avvenga la sostituzione del generatore di calore: è questo il dettaglio che fa la differenza.

Ecobonus anche per le seconde case

Infine, come probabilmente già saprete visto che questa è stata una delle prime precisazioni pervenute in materia di Ecobonus, è bene ricordare che possono usufruire della detrazione del 110% anche coloro che effettuano interventi sulle seconde case. Non è dunque limitata all’abitazione principale, come sembrava nei primissimi momenti in cui è stata ufficializzata.

Per il momento non ci sono altre novità importanti in merito da conoscere, ma è bene tenersi sempre informati perché le scadenze potrebbero slittare ancora una volta e conviene naturalmente saperlo, per riuscire ad organizzarsi al meglio. Quando si intraprendono interventi di un certo tipo come quelli previsti dall’Ecobonus, d’altronde, le tempistiche sono spesso fondamentali.

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
79,368
Totale di casi attivi
Updated on 14 October 2021 - 20:41 20:41