Legalizzazione Cannabis, il ddl arriva in Parlamento



legalizzazione

Legalizzazione Cannabis, oggi in Parlamento si discute, per la prima volta nella storia del nostro Paese, sul ddl presentato da Roberto Giachetti. Voto finale rinviato a Settembre

“Disposizioni in materia di legalizzazione della coltivazione, della lavorazione e della vendita della cannabis e dei suoi derivati”. Questo l’oggetto del ddl sostenuto da 221 parlamentari, che si sono costituiti in un intergruppo composto, nello specifico, da 87 deputati del Movimento cinque stelle, 85 del PD, 24 di Sinistra italiana, 16 di Alternativa libera-Possibile, 7 di Scelta civica e due forzisti.

Il ddl proposto prevede la libera coltivazione in proprio e in gruppo, la possibilità di detenere lecitamente, per uso ricreativo, la marijuana fino a 5 grammi “in pubblico”, che possono diventare 15 nel “privato”. Inoltre, si discute circa la possibilità di coltivare, nelle proprie abitazioni, fino a 5 piante oppure creare dei cannabis social club con altri consumatori (fino a un massimo di 50).

Tante le testimonianze illustri, pro e contro questa proposta, tra le quali spicca quella di Roberto Saviano, “Lancio questa provocazione, afferma lo scrittore, nel giorno in cui in Italia si discute in Parlamento della proposta di legge presentata da oltre 200 onorevoli di diversi partiti. Le droghe leggere oggi sono merce di scambio tra organizzazioni terroristiche e organizzazioni mafiose. Terroristi vendono droghe alle mafie che in cambio danno denaro o armi. E in Europa il mercato delle armi, che è illegale, lo gestiscono le organizzazioni criminali. Legalizzare è un atto di responsabilità oggi più che mai.”

E voi cosa ne pensate? 

Leggi anche