huawei
pixabay

Huawei esclusa dalle forniture per la nuova rete 5g nel Regno Unito dal 31 dicembre. Boris Johnson ufficializza la retromarcia e rescinde l’appalto con il colosso cinese

Huawei è il colosso cinese leader mondiale delle telecomunicazioni. Nei mesi scorsi il governo inglese aveva annunciato la decisione che il Paese avrebbe potuto continuare a servirsi di quest’ultima ma tutti si aspettavano il contrario.

Potrebbe interessarti:

Infatti, ora è ufficiale. Il governo di Boris Johnson ha messo al bando il colosso cinese delle telecomunicazioni Huawei per il 5G in Regno Unito. Resta comunque una retromarcia clamorosa quella di Johnson che non potrà non avere conseguenze a livello diplomatico, geopolitico e probabilmente anche commerciale. Si attende la reazione della Cina, che negli ultimi giorni aveva fatto capire di essere irritata dalla posizione di Londra.

Intanto replica Huawei, tramite un suo portavoce: Siamo molto delusi dalla decisione del Regno Unito, è una brutta notizia per tutti i possessori di uno smartphone di quel Paese, che ora sarà destinato a una linea internet per telefoni molto più lenta. I nostri prodotti sono sicuri: questa è una decisione politica e non pertinente alla sicurezza”.

Per quanto riguarda le motivazioni, il Regno Unito insiste sul fatto che la decisione di rescindere l’appalto con Huawei – tecnicamente dal 31 dicembre prossimo – è una diretta conseguenza delle sanzioni Usa contro la Cina, che, secondo il governo britannico, renderebbero le infrastrutture del 5G dell’azienda hi-tech cinese molto più a rischio.

Letture Consigliate