Lotta Champions ed Europa League e 7° posto: altri 180 minuti di fuoco



lotta champions
Foto: Facebook Uefa Champions League

La Serie A sta per volgere al traguardo ma la lotta Champions ed Europa League è più viva che mai: 6 squadre per 4 posti e la questione 7° posto

Lotta Champions League ed Europa League: la Serie A è arrivata a -2 dal traguardo e, oltre alle retrocessioni di Chievo e Frosinone aggiunti allo scudetto della Juventus, ancora è tutto da decidere per i piazzamenti europei.

Il Napoli ha la certezza del 2° posto in classifica già da un paio di settimane e dunque sicuro in Champions League, ma sono ancora in 6 a giocarsi ben 4 posti (2 per la Champions e 2 per Europa League) per entrare in Europa nella prossima stagione. In lizza ci sono Inter, Atalanta, Milan, Roma (per la Champions), Torino (sia Champions che Europa) e Lazio (Europa League).

Analizziamo squadra per squadra, il cammino di tutte le squadre coinvolte e che si giocheranno tutto negli ultimi 180′ di campionato, con un occhio anche alla classifica avulsa per quanto riguarda la zona Champions:

Inter – 66 punti

La squadra nerazzurra è quella sicuramente più avvantaggiata nella corsa Champions League. Dopo la vittoria contro il Chievo, i ragazzi di Spalletti devono centrare una vittoria nelle ultime due giornate per essere certi di partecipare per il secondo anno consecutivo al massima competizione europea.

37a. giornata – Napoli-INTER
38a. giornataINTER-Empoli

Scontri diretti a favore con Milan (3-2 e 1-0), sfavore con Atalanta (1-4 a Bergamo, 0-0 a Milano) e Torino (2-2 a Milano, 0-1 a Torino) e in parità con la Roma (2-2 a Roma, 1-1 a Milano).

Atalanta – 65 punti

La squadra di Gasperini non è lontana dal realizzare il sogno che strada facendo è diventato sempre più concreto: il target per la squadra orobica è quello di fare 4 punti nelle prossime due partite per conquistare il piazzamento europeo più importante. Dopo la finale di Coppa Italia contro la Lazio (in programma mercoledì), i bergamaschi affronteranno la Juventus allo Stadium domenica sera e poi chiuderanno al Mapei Stadium (in casa però) contro il Sassuolo.

37a. giornata – Juventus-ATALANTA
38a. giornataATALANTA-Sassuolo (neutro di Reggio Emilia)

Scontri diretti a favore con Inter (4-1 a Bergamo e 0-0 a Milano), sfavore con Milan (2-2 a Milano, 1-3 a Bergamo) e Torino (0-0 a Bergamo, 0-2 a Torino) ed in parità con la Roma (doppio 3-3 tra Roma e Bergamo).

Milan – 62 punti

I rossoneri, rispetto alle concorrenti, sono quelli che hanno il calendario più facile. Fare 6 punti contro Frosinone (già retrocesso) e Spal (salva) per poi sperare che l’Atalanta non faccia 4 punti nelle ultime 2 giornate. In caso di arrivo a pari punti al 4° posto con la squadra di Gian Piero Gasperini saranno favoriti per gli scontri diretti (2-2 a San Siro e 3-1 a Bergamo).

37a. giornataMILAN-Frosinone
38a. giornata – Spal-MILAN

Scontri diretti a favore con Roma (2-1 a Milano, 1-1 a Roma) e Atalanta (2-2 a Milano, 3-1 a Bergamo), sfavore con Inter (1-0 e 3-2 per i nerazzurri) e Torino (0-0 a Milano e 0-2 a Torino).

Roma – 62 punti

La vittoria contro la Juventus dà ancora speranze alla squadra di Claudio Ranieri di centrare il posto in Champions League: le ultime due giornate vedranno i giallorossi impegnati contro il Sassuolo (salvo) e chiusura in casa contro il Parma, con conseguente addio a Daniele De Rossi. Dunque, pochi calcoli: l’obiettivo (obbligato) è quello di fare 6 punti con la speranza di scivoloni delle avversarie che sono davanti negli ultimi 180′.

37a. giornata – Sassuolo-ROMA
38a. giornataROMA-Parma

Scontri diretti a favore con Torino (1-0 a Torino e 3-2 a Roma), sfavore con Milan (1-2 a Milano, 1-1 a Roma) e parità con Inter (2-2 a Roma e 1-1 a Milano) e Atalanta (doppio 3-3).

Torino – 60 punti

L’aritmetica non condanna ancora i ragazzi di Mazzarri per quanto riguarda la lotta Champions League ma con tante squadre in bagarre ed avvantaggiate, pare al quanto improbabile che possa accadere un miracolo. Invece, per quanto riguarda l’Europa League, il calendario mette il Toro davanti a due sfide fondamentali: domenica c’è l’Empoli a caccia di punti salvezza, poi all’ultima la sfida alla Lazio all’Olimpico con i biancocelesti che sono dietro di 2 punti ed hanno anche la finale di Coppa Italia. In caso di vittoria della squadra di Inzaghi, il 7° posto non basterà per l’accesso in Europa.

37a. giornata – Empoli-TORINO 
38a. giornataTORINO-Lazio

Per la Champions, scontri diretti a favore con Inter (2-2 a Milano e 1-0 a Torino), Atalanta (0-0 a Bergamo, 2-0 a Torino), Milan (0-0 a Milano e 2-0 a Torino) e a sfavore con la Roma (0-1 a Torino e 2-3 a Roma).

Lazio – 58 punti

Sfumata la Champions, i ragazzi di Simone Inzaghi potrebbero concentrare tutte le proprie energie sulla finale di Coppa Italia: in caso di successo, ci sarebbe l’accesso diretto alla fase a gironi di Europa League. Di conseguenza, l’assalto a posizioni più alte diverrebbe praticamente ininfluente. In caso contrario, le due gare conclusive della stagione vedranno i biancocelesti affrontare prima il Bologna nel Monday Night e poi il Torino, in una vera e propria finale.

37a. giornataLAZIO-Bologna
38a. giornata – Torino-LAZIO

Classifica avulsa per la Champions: come funziona

In tanti si fanno questa domanda: se le squadre coinvolte nella lotta Champions dovessero arrivare a pari punti, come funzionerebbe?

Risposta semplice: essendo una mini-classifica a parte, verrebbero conteggiati i risultati degli scontri diretti e, qualora non bastasse, anche la differenza reti dei rispettivi match. Queste le situazioni con Inter, Atalanta, Roma, Milan:

In caso di arrivo a pari punti di…

  1. INTER-ATALANTA-MILAN-ROMA: le qualificate sarebbero Inter e Milan.
  2. INTER-ATALANTA-MILAN: le qualificate sarebbero Inter e Atalanta.
  3. ATALANTA-ROMA-MILAN: le qualificate sarebbero Milan e Roma(*).
  4. MILAN-INTER-ROMA: le qualificate sarebbero Milan e Inter.

(*) I giallorossi sarebbero davanti all’Atalanta per differenza reti negli scontri diretti (+1 in favore della Roma).

Qualora dovesse arrivare anche il Torino a pari punti, ci sarebbe una situazione ancora più ampia e complessa per quanto riguarda la classifica avulsa. In caso di arrivo di arrivo a 66 punti delle squadre in lotta per la Champions, sarebbero la squadra di Mazzarri e la Roma a prevalere sulle altre.

Leggi anche