solange
screenshot da YouTube

Addio a Solange, il sensitivo più famoso della tv italiana. Aveva solo 68 anni, le cause della morte

Un altro storico personaggio lascia la tv italiana. Solange, il sensitivo più amato dai telespettatori, è venuto a mancare qualche ora fa. All’anagrafe Paolo Bucinelli, aveva presenziato a diverse trasmissioni televisive Rai e Mediaset mostrando le sue qualità da sensitivo.

Classe 1952, nato Collesalvetti, un piccolo comune in provincia di Livorno. Ad aprile avrebbe compiuto 69 anni. Il suo corpo è stato ritrovato senza vita nel suo appartamento nel suo paese natale. Da tempo ormai i suoi amici non riuscivano più a mettersi in contatto con lui. Insospettiti, sono andati a trovarlo sperando di avere sue notizie. Quando hanno provato a telefonargli, hanno sentito il cellulare che squillava a vuoto all’interno dell’abitazione. Dopo aver chiamato i soccorsi ed essere entrati in casa sua, la tragica sorpresa. Solange era morto, si pensa per cause naturali. A quanto pare, di recente aveva lottato con dei problemi di salute. Domenica scorsa si era recato al pronto soccorso a causa di un problema glicemico, ma era stato dimesso poco dopo.

L’annuncio della sua morte è giunto con un post pubblicato sulla sua pagina Twitter: “Cari amici, purtroppo Solange non è più tra noi. Continueremo a volergli bene e ringraziarlo per tutta la positività e le parole di conforto che ci ha donato e siamo sicuri che continuerà a portarci fortuna da lassù“.

La carriera

Solange inizia la sua carriera all’inizio degli anni ottanta come sensitivo e cantante. Negli stessi anni infatti incide alcuni 45 giri, tra i quali “Ma che bandiera è questa qua” e “Palline colorate”. Nei successi anni novanta presenzia in alcune trasmissioni, sempre nel ruoto di sensitivo, tra cui La sai l’ultima?, e Buona Domenica e, nel 1997, scrive il suo primo libro “Rompi Solange e trovi Paolo“. Ne seguiranno altri 5, scritti tra il 1998 e il 2007, editi e pubblicati da vari editori.

Lo ricordiamo anche per la sua partecipazione alla prima edizione del reality La fattoria nel 2004, condotta da Daria Bignardi. Nel 2007 torna in tv partecipando al programma televisivo di Italia 1 Distraction; continua con brevi e saltuarie apparizioni in tv, ospite ad alcuni programmi di intrattenimento. La sua ultima apparizione più nota è quella del novembre del 2018, al programma Buona Domenica condotto da Mara Venier. Quell’occasione lo vede protagonista di una lite violenta tra con il mago Otelma, che sarà riportata con uno spazio dedicato dal quotidiano Corriere della Sera. Spesso veniva intervistato in occasione del Festival di Sanremo per ipotizzare il nome del vincitore.