Mago Silvan da Fazio: “Sono un mago, non un imbroglione”

mago silvan

Ospite a Che fuori tempo che fa, il Mago Silvan lascia momentaneamente trucchi e magie per raccontarsi. Dagli esordi, fino al premio di magia più ambito

Nella puntata di ieri di Che fuori tempo che fa, andata in onda in seconda serata su Rai 1, Fabio Fazio ha intervistato il Mago Silvan. Uno dei più grandi prestigiatori al mondo, Aldo Savoldello, in arte Mago Silvan, inizia ad allenarsi a soli 7 anni. Sin da subito la prestidigitazione lo ha appassionato.

Il suo primo debutto avvenne a Primo Applauso, nel 1956, condotto da Enzo Tortora. A questa prima apparizione ne sono seguite tante altre, fino a condurre dei programmi in prima persona. La sua fama a livello mondiale gli permette di vincere, nel 2017, il più ambito premio di magia: il David Devant Award.

Nell’intervista condotta da Fabio Fazio, il mago Silvan ci tiene a sottolineare che è: “un mago, non un imbroglione“. Ricorda, infatti, quando gli proposero un lauto compenso per mettere il suo nome su una medaglia porta fortuna, ma lui rifiutò. La magia è abilità dell’esecutore, non è paranormale e “i vari medium, cartomanti, guaritori sono solo dei ciarlatani…”.