Maltempo in Inghilterra devasta le città del nord

maltempo in inghilterra

Il maltempo in Inghilterra ne sta mangiando le città del nord: fiumi di fango stanno devastando il Paese. Molte le città e i paesi sommersi da acque e torrenti fangosi

In questi giorni il pericolo causato dal maltempo in Inghilterra è altissimo.
Piogge torrenziali flagellano il nord del Paese:

Northwest Wales and northwest England have seen some of the heaviest rain so far today https://t.co/3z44khZPVJ

— Met Office (@metoffice) 26 Dicembre 2015

Sono più di due centinaia gli allarmi rossi per il maltempo in Inghilterra, 20 addirittura a livello massimo d’allerta.

Un fiume di fango ha inondato anche la città metropolitana Greater Manchester, a causa di piogge torrenziali avvenute nella notte: una costruzione bicentenaria sede del “The Waterside” pub, a cavallo di un ponte sul fiume Irwell,  è stata devastata dalla potenza del fango rigettato dal fiume; sito nel villaggio Summerseat, il locale è stato smembrato e sembra che anche il ponte stia per finire i suoi anni sotto la sferza della pioggia e della fanghiglia.
Come sempre in questi casi, le macerie diventano detriti che ostacolano il passaggio dei fanghi, bloccando così anche parte delle strade.

 

 

Il maltempo in Inghilterra sta scatenando scenari agghiaccianti: il livello delle acque è altissimo, e il fiume Irwell ha sommerso persino il centro città di Manchester e, su Twitter, non pochi utenti da diverse zone dell’Inghilterra pubblicano le foto della propria condizione.

Come si può immaginare, i problemi causati da simili eventi sono svariati: di poche ore fa l’aggiornamento che ha reso noto l’evacuazione di una casa, da parte della polizia, a causa di un incendio dovuto a una perdita di gas mentre vaste zone sono rimaste senza energia elettrica, senza voler considerare le svariate derrate alimentari rovinate dall’inondazione.

Tanto grave è la situazione, che sono state evacuate le case vicino il fiume Irwell nella zona di Charlestown in Salford; si è pure reso necessario l’impiego dell’esercito per le zone più a rischio.
Sembra ovvio che catastrofi simili a queste causate dal maltempo in Inghilterra siano conseguenti al surriscaldamento climatico: su questa linea parrebbe anche Rory Stewart,  Ministro inglese per lo sviluppo, il cibo e agricoltura, che ha detto ad un programma Radio della BBC “non abbiamo mai visto prima avvenimenti simili” e che “due anni fa” predire un simile evento sarebbe stato incredibile; “Penso che questo sia il perchè la gente abbia ragione nel focalizzarsi sulle incertezze e perchè la gente ovviamente sia molto interessata alla questione delle variazioni climatiche” .

Già nel mese di Ottobre il Comitato sui cambiamenti climatici aveva segnalato la necessità di garantire un piano di protezione dal rischio di inondazioni.