mamma arrabbiata

“Mazz’ e panella fann e figl’ bell!” Detto che vale anche per una mamma di Baltimora mentre in strada prende a schiaffi il figlio per non farlo manifestare

[ads1]

Potrebbe interessarti:

Una mamma è un essere intoccabile, il supereroe dai 2 ai 10 anni, la rompipalle dagli 11 ai 18 e la cuoca perfetta dai 19 al diabete. Le migliori sono quelle tradizionali, quelle che ti fanno 30 raccomandazioni al secondo, quelle, che prima di un evento ti dicono “non farti riconoscere“, perché sotto sotto la mamma tradizionale sogna che il proprio figlio esca di casa in passamontagna, per non farsi riconoscere. Tutto questo, è accaduto ad una madre di Baltimora, mentre vede il figlio in strada, impegnato a lanciare sassi contro la polizia per protestare dopo i funerali di Freddie Gray, il ragazzo afroamericano di 25 anni, morto con la spina dorsale spezzata mentre si trovava in stato d’arresto.

mamma picchia figlio

La mamma, furiosa, urla al figlio dopo qualche sberla di togliersi quella «dannata maschera» e di tornare «a casa ora». Insomma, la madre giallo vestita è un’ape regina, che è diventata in poche ore, per la rete, “Baltimore Mom“, o addirittura una candidata a “Mom of the Year“, mamma dell’anno. La scena è a dir poco delirante e malinconica.

Non tutti i teenager sognano di finire in TV sculacciati, non tutti i ragazzi hanno un genitore che dimostra paura e sostegno con qualche metodo antico, con una vera ed esilarante sceneggiata napoletana, in America. La povera madre di Freddie Gray forse, rimpiange due sberle non date al figlio, e piange mille schiaffoni che non ricevono ancora i poliziotti razzisti di Baltimora.

Ma la violenza va combattuta con altra violenza? Le migliori madri puniscono l’ingiustizia, sono favorevoli a tutte le manifestazioni, a quelle in cui lotti senza lanciare sassi e senza indossare un passamontagna, e se il loro figlio è troppo ferito e giovane per aspettare, sono pronte a darle di santa ragione. Toya Graham, la protagonista del video, è una mamma single di sei bambini, di cui 5 femmine, ed un unico maschio.

 “Mazz’ e panella fann e figl’ bell, panella senza mazz’ fann’ e figl’ pazz”

[ads2]

Letture Consigliate