Manchester City
Foto: Twitter Manchester City

Il Psg si arrende all’organizzazione del Manchester City. Guardiola torna in finale dopo dieci anni. Mahrez si prende la scena, Foden “elettrizzante”

Il Manchester City conquista la prima finale di Champions League della sua storia. Il Psg paga l’assenza di Mbappé e non riesce ad arginare la grande organizzazione degli inglesi, bravi soprattutto in fase di non possesso a regalare poco agli avversari.

Potrebbe interessarti:

Il racconto del match

Qualità, preparazione fisica ed organizzazione difensiva contraddistinguono i primi 45 minuti del Manchester City. La partita la fanno i francesi come nella gara d’andata, ma questa volta non producono le stesse palle gol. Anzi ad andare in vantaggio sono i Citizen con Mahrez, bravo a calciare di prima dopo una corta deviazione su un tiro di De Bruyne. L’algerino fa passare il pallone tra le gambe di Kimpembe e mette fuori dai giochi Keylor Navas.

Il Psg risponde subito e colpisce la traversa con Marquinhos, sempre il più pericoloso nel gioco aereo. Gli ospiti aumentano i giri ma non riescono ad arginare il muro celeste. Il Manchester City difende e riparte da squadra, con tutti i giocatori pronti a sacrificarsi per impedire il contropiede del Psg, arma letale a disposizione di Pochettino. Il Psg va vicino al gol con Di Maria: Ederson rinvia corto per Gundogan, anticipato dall’ala argentina, che calcia da lontano verso lo specchio di porta scoperto, senza però fare centro. A rendersi pericoloso nel finale di primo tempo è nuovamente Mahrez, che però non riesce a beffare Navas sul primo palo.

Un super Ruben Dias guida la difesa anche nella ripresa ed impedisce a Neymar di calciare in porta in più occasioni. Al 63′ il Manchester City riparte in velocità e archivia la pratica con Mahrez, che fa doppietta: ripartenza condotta da De Bruyne che serve in profondità Foden, bravo di prima a fare assist con un traversone rasoterra. Il Psg si innervosisce e al 69′ lo paga: Di Maria reagisce con un calcio a Fernandinho e si becca l’espulsione. In superiorità numerica il City non ha problema e sfiora più volte il tris.

Maherez salta secco Diallo, si accentra bene in area, ma si fa respingere il tiro da Marquinhos. Foden, autore di una grande partita, colpisce il palo con un sinistro velenoso.

Manchester City PSG 2-0: risultato e tabellino

RETI: 11′, 63′ Mahrez (M).

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Ruben Dias, Stones, Zinchenko; De Bruyne (dall’82’ Gabriel Jesus), Fernandinho, Gundogan; Mahrez, Bernardo Silva (dall’82’ Sterling), Foden (dall’85’ Aguero). All. Pep Guardiola.

PSG (4-2-3-1): Navas; Florenzi (dal 75′ Dagba), Marquinhos, Kimpembe, Diallo (dall’83’ Bakker); Herrera (dal 62′ Draxler), Paredes (dal 75′ Danilo); Di Maria, Verratti, Neymar; Icardi (dal 62′ Kean). All. Mauricio Pochettino.

ARBITRO: Bjorn Kuipers (NED).

AMMONITO: Herrera (P), Verratti (P), Zinchenko (M), De Bruyne (M), Kimpembe (P), Danilo (P).

ESPULSO: 69′ Di Maria (P) per condotta violenta.

Letture Consigliate