Mancini, Italia

Il commissario tecnico Roberto Mancini ha rivelato il suo futuro: “Niente più Nazionale dopo il Qatar, ci sono vari successori”

Roberto Mancini ha discusso del presente e del futuro dell’Italia a Tiki Taka. “I contratti sono lì, ma si possono rompere o allungare in qualsiasi momento. Fare i Mondiali con l’Italia? Intanto dobbiamo qualificarci, visto che non è così scontato vista l’ultima volta. Prima abbiamo l’Europeo e poi la Nations League in casa. Dopo ci sono i Mondiali, nell’arco di due anni abbiamo tre competizioni importanti ed è chiaro uno vorrebbe giocarle tutte. In Nazionale si giocano poche partite e a volte uno si stanca di stare a casa. Questo è il problema. È un grandissimo onore sedere sulla panchina della Nazionale Italiana soprattutto in questo momento in cui la squadra è tornata molto competitiva e dobbiamo affrontare delle competizioni importanti. Poi sicuramente sì, tornerò in un club”.

Potrebbe interessarti:

Il commissario tecnico ha svelato tre possibili successori che vedrebbe bene al suo posto:  “Ci sono tanti allenatori che possono farlo: Allegri, Ancelotti e Gasperini, per esempio“. Sulla crescita dell’Italia: “Eravamo scesi al 21° posto del ranking Mondiale, ora siamo decimi e sesti in quello europeo – ha proseguito Mancini -. Abbiamo fatto molto bene in questo anno e mezzo, fortunatamente siamo riusciti a risalire e penso che possiamo salire ancora perché l’Italia merita molto di più. In quel momento era importante trovare ragazzi giovani per dare un futuro alla Nazionale da mixare con quei 4-5 giocatori più esperti che potevano aiutarli a crescere. Siamo stati fortunati perché siamo riusciti a trovare ragazzi bravi che volevano imporsi e non volevano perdere l’occasione della vita. E ora stanno continuamente migliorando”.

Letture Consigliate