27 Dicembre 2021 - 11:06

Da Maitland-Niles a Kamara: le mosse di mercato della Roma di Mou

Mourinho, Roma

La Roma è già attiva sul mercato per regalare i colpi attesi da Jose Mourinho: tre nomi caldi in entrata ma anche tante uscite previste

Le porte del calciomercato invernale si apriranno ufficialmente dal 3 gennaio 2022 ma la Roma è già attiva per portare nella Capitale volti nuovi. Tiago Pinto sta lavorando in maniera intensa per portare alla corte di Mourinho calciatori già pronti da mettere in squadra e magari scendere in campo già all’Epifania nella delicata sfida contro il Milan di Pioli a San Siro.

Maitland-Niles in arrivo: rinuncia al 4-2-3-1?

Le necessità virtù dovuta agli infortuni nell’ultimo mese hanno messo in luce una Roma meglio sistemata con la difesa a 3 anziché con i 4 schierati da Mou fin da inizio stagione. Pertanto, lo Special One sembra orientato ad accantonare per il resto della stagione il suo marchio di fabbrica e continuare sulla strada intrapresa. Si spiega così l’accelerata nella trattativa con l’Arsenal per Ainsley Maitland-Niles.

Inglese, classe ’97 con oltre 200 presenze tra le fila dei Gunners tra cantera e Prima squadra con esperienze all’Ipswich e West Bromwich Albion. Con Arteta trova poco spazio a causa del passaggio alla difesa a 4 e l’arrivo in estate di Tomiyasu, pertanto il calciatore londinese vorrebbe continuare a giocare altrove per mettersi in luce. Così José Mourinho ha indicato lui come potenziale vice-Karsdorp per il resto della stagione. Ma non solo il ruolo di esterno destro: Maitland-Niles all’occorrenza può coprire anche un ruolo in mediana oppure giocare anche dalla parte opposta del campo (in attesa del rientro di Spinazzola).

La trattativa tra la Roma e l’Arsenal per l’arrivo del centrocampista londinese (attualmente positivo al Covid) sembra essere a buon punto. Si tratta per un prestito con diritto di riscatto con i Gunners che chiedono però 3 milioni per lasciare partire per 6 mesi il calciatore mentre Tiago Pinto punta ad un prezzo inferiore. Buone sensazioni all’interno dell’ambiente giallorossa per la riuscita dell’affare.

Fonte dati: Transfermarkt

Grillitsch e Kamara, le soluzioni ai problemi in mezzo

La Roma di José Mourinho ha mostrato carenze nella parte nevralgica del campo: senza capitan Pellegrini, la squadra si è ritrovata con i soli Cristante e Veretout come riferimenti più il sacrificato Mkhitaryan, arretrato nel baricentro per dare una mano al centrocampo. Inoltre, a gennaio Diawara e Darboe (quest’ultimo in lizza per addio in prestito) partiranno per la Coppa d’Africa e pertanto servono altre soluzioni per il tecnico portoghese.

Dal mercato invernale spuntano fuori i nomi di Florian Grillitsch e Boubacar Kamara. Anche qui stiamo parlando di calciatori molto duttili che possono ricoprire più ruoli nello scacchiere tattico giallorosso. Si tratta di due profili in scadenza al 30 giugno 2022, acquistabili a prezzo di saldo e pronti per una importante esperienza.

Il primo è un centrocampista classe ’95, da tempo nel giro della nazionale austriaca e di proprietà dell’Hoffenheim. Durante la sua carriera, Grillitsch ha agito da mediano ma nell’ultimo periodo in Germania si è sacrificato nel ruolo di difensore centrale, rappresentando così una potenziale risorsa per Mourinho. Lo stesso dicasi per Kamara, il cui percorso però è inverso. Infatti, il francese classe ’99 ha iniziato da difensore centrale per poi spostarsi sulla mediana con oltre 163 presenze con la maglia dell’Olympique Marsiglia.

Per quanto riguarda la trattativa, i giallorossi sono molto più avanti per Grillitsch che per Kamara. L’austriaco potrebbe sbarcare nella Capitale per meno di 5 milioni di euro ma c’è ancora il Napoli su di lui. Invece discorso diverso per il transalpino, la cui concorrenza è foltissima (c’è anche il Milan): la Roma potrebbe dare uno sconto all’OM nel riscatto di Pau Lopez (12 milioni di euro) per provare a sbaragliare e portare a casa il calciatore. Tiago Pinto a lavoro per provare ad acquistarli entrambi.

Le uscite: tanti indiziati

Per diversi profili in entrata, la Roma si muove anche per le uscite. Da tempo alcuni calciatori sono stati messi ai margini del progetto di José Mourinho: in molti possono andare in prestito, altri forse in via definitiva.

In pole position per salutare la Capitale c’è la colonia spagnola: Villar è attratto dall’offerta del Valencia mentre su Carles Perez c’è l’interesse del Cadice. Più complicato il discorso legato a Borja Mayoral: Mourinho vorrebbe tenerlo ma il calciatore potrebbe chiedere maggiore spazio e così il prestito dal Real Madrid verrebbe risolto anticipatamente.

Pronto per lasciare la Roma in prestito c’è Riccardo Calafiori: in vista del rientro di Spinazzola sulla sinistra, il classe 2002 verrà girato al Cagliari per farsi le ossa. Simile il discorso anche per altri giovani: Zalewski, Missori (classe 2004) e Darboe potrebbero accasarsi al Pisa fino al termine della stagione. Andrà a fare esperienza anche la meteora Bryan Reynolds, richiesto dal Club Brugge. Infine, in difesa potrebbe lasciare Marash Kumbulla, richiesto da Napoli e Torino: qualora l’albanese venisse ceduto, Pinto punterà dritto su un altro centrale per rimpolpare il pacchetto arretrato.

Dunque la Roma di Mourinho è ai nastri di partenza del proprio calciomercato: per Tiago Pinto sarà un mese infuocato tra affari in entrata ed uscita.