Michele Bravi - La vita breve dei coriandoli
Immagine da Instagram

Sul palco del Concertone del Primo Maggio, Michele Bravi risponde a Pio e Amedeo dopo il loro discusso monologo a Felicissima Sera

Una parola non è di per se offensiva se l’intenzione di chi la pronuncia non è quella di denigrare chi la subisce? Michele Bravi non è dello stesso avviso – sostenuto discutibilmente durante l’ultima puntata di Felicissima Sera da Pio e Amedeo – e sul palco del Concertone del Primo Maggio, dice la sua a proposito del peso delle parole:

Potrebbe interessarti:

Io una cosa da cantautore la voglio dire: io uso le parole per raccontare la visione creativa del mondo, e per me le parole sono importanti tanto quanto l’intenzione con cui vengono pronunciate“, ha esordito il vincitore di X Factor 13 prima di eseguire il suo ultimo successo Mantieni il Bacio.

E ancora: “Le parole sono importantissime. Le parole fanno la storia. Anche quelle più leggere possono avere un peso enorme“. Infine Michele Bravi si rifà alla sua esperienza personale: “Io c’ho messo tanti anni a trovare le parole giuste per raccontare il mio amore per un ragazzo. Ed è per me un onore farlo stasera su questo palco: Grazie a voi che avete ancora voglia di ascoltare gli artisti e di dare il giusto peso alle parole”.

Letture Consigliate