Migranti, Saviano dice la sua sulla vicenda Aquarius

Gomorra Roberto Saviano
Roberto Saviano

Ospite di una trasmissione televisiva, Roberto Saviano ha dato la sua opinione sul fenomeno dell’Aquarius. E si è contrapposto completamente a Salvini

Dopo la spiegazione di Matteo Salvini sulla vicenda Aquarius, che sta “infiammando la piazza” in queste ultime ore, arrivano anche le repliche. E a replicare è una persona d’eccezione: Roberto Saviano. Il famoso scrittore napoletano ha criticato le scelte del ministro dell’Interno.

La nave Aquarius è stata ferma in mare per 2 giorni e mezzo, con 629 migranti in mare, per ordine del Governo italiano. Stiamo parlando di una nave per soccorsi, stracolma. Uno degli immigrati ha minacciato di buttarsi in mare. Il commento di Salvini è stato “Alzare la voce paga.” Quello che il Governo vuole farci credere è che l’Europa abbia abbandonato l’Italia per l’accoglienza. L’Europa ha garantito 800 milioni di € ed ha concesso di scorporare dal bilancio i famosi 5 miliardi. Non è vero che questi soldi potrebbero essere riutilizzabili per altre cose.” ha dichiarato Saviano.

Salvini si dimentica che la convenzione di Dublino è stata ratificata nel 2003, ed è stata firmata dal governo Berlusconi. Governo in cui la Lega era al potere. Anche il PD c’ha messo il suo. Ha abituato il popolo a pensare che l’immigrazione sia un peso. Ogni anno, 200.000 italiani volano via. E i migranti ripopolano. Entro il 2050, l’Europa perderà 1/5 della popolazione e la sua età media crescerà a dismisura.” ha poi detto.

Ogni vuoto che lascia lo Stato poi lo riempiono le organizzazioni criminali. Dall’accoglienza all’assistenza. Se si inizia a lottare contro la corruzione, ciò farà crescere il Paese. Gli immigrati lottano per i diritti che gli italiani non vogliono più difendere.” ha dichiarato.

Il cambiamento, quello vero, deve partire da Sud. Non tutti hanno partecipato a questo scempio. C’è stato chi ha resistito e resisterà ancora.” ha poi concluso.