milan
Foto: Twitter AC Milan

Trascinata da un Chiesa formato fuoriclasse, la Juventus sbanca San Siro e accorcia la classifica. Milan temerario nonostante le assenze

La sfida tra reduci di San Siro termina con la prima sconfitta stagionale per il Milan: Bonucci e compagni si impongono 3 a 1 in una partita che ha saputo regalare emozioni nonostante le tante assenze.

La partita

Parte forte la Juventus e al secondo minuto Frabotta crea una ghiottissima chance: discesa sulla sinistra e palla al centro per Dybala che di sinistro trova l’opposizione determinante di Kjaer.

Al 7′ sono i rossoneri a sfiorare il vantaggio con Castillejo che non riesce, però, a sfruttare il regalo di Bentancur chiudendo troppo il sinistro.

Partita che va a mille all’ora e al 16′ Chiesa colpisce in pieno il palo: sono le prove generali per il gol dell’1 a 0 arrivato dopo appena due minuti. Assist irreale di Dybala che di tacco serve con i tempi giusti l’inserimento dell’ex Fiorentina che con il destro incrocia e non lascia scampo a Donnarumma.

Dopo il vantaggio bianconero non si arresta la spinta dei padroni di casa ed è Rafael Leao l’uomo più pericoloso: per ben due volte il sinistro del portoghese rischia di pareggiare i conti.

Il forcing del Diavolo si concretizza al 42′ quando è ancora il gioiellino portoghese a scappare sulla fascia mancina e servire dentro il “centrocampista” Calabria, perfetto nel piazzare di destro il pallone all’angolino. Si va al riposo sul risultato di 1 a 1.

Seconda frazione con il Milan ancora in proiezione offensiva ma è la Juventus che approfitta ancora di una disattenzione rossonera e si porta avanti: doppietta per Federico Chiesa che stavolta usa il sinistro per trafiggere Donnarumma.

Diavolo volenteroso ma poco concreto nella trequarti bianconera e in fase di contropiede McKennie chiude i conti trovando il gol del 3 a 1 da distanza ravvicinata.