Milan-Napoli

La scelta tattica di Gattuso porta il Napoli al trionfo. Il Milan non muore mai, ma ora la lotta allo scudetto si complica

Poche le emozioni del primo tempo tra Milan e Napoli. Le due compagini si studiano per gran parte della prima frazione di gara riservandosi però diverse fiammate pericolose. Leao per il Milan e Zielinski per il Napoli scaldano il cuore dei tifosi con due inserimenti alle spalle della difesa che mandano in leggera apprensione i portieri avversari.

Potrebbe interessarti:

Pioli schiera Tonali in mezzo ai due difensori in fase di costruzione. Proprio per via di questa insolita posizione del centrocampista rossonero nascono due pericolose sortite offensive della squadra partenopea che, approfittando di una disattenzione proprio di Tonali, manda nello spazio tra i difensori prima Zielinski e poi Fabian Ruiz.

La seconda frazione di gioco vede i rossoneri entrare in campo con un approccio totalmente diverso. Il triplo cambio di Pioli sulla trequarti fornisce al Milan freschezza e gamba e numerose sono le azioni pericolose che passano proprio dai piedi dei neo entrati.
L’ingresso in campo di Osimhen per il Napoli è essenziale per la squadra di Gattuso. Proprio il nigeriano si rende a più riprese protagonista di belle iniziative individuali volte a far rifiatare i suoi compagni di squadra costantemente sotto pressione da un Diavolo mai domo.

Nel finale il Milan è una fura per un presunto contatto da rigore (visto al Var e non dato) e per un rosso diretto a Rebic per proteste. Il Napoli trionfa dopo una gara al cardiopalma ed agguanta la Roma al quinto posto. Per il Milan la lotta scudetto si fa molto più complicata.

Tabellino e marcatori

Marcatori: 50′ Politano;

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Dalot, Gabbia, Tomori, Hernandez; Tonali, Kessie(67′ Meité); Castillejo (60′ Saelemaekers), Calhanoglu (60′ Diaz), Krunic (60′ Rebic); Leao (79′ Hauge).
All.: Pioli.

Napoli (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Fabian Ruiz, Demme (79′ Bakayoko); Politano (79′ Mario Rui), Zielinski (75′ Elmas), Insigne; Mertens (59′ Osimhen).
All.: Gattuso.

Ammoniti: 25′ Maksimovic; 71′ Di Lorenzo; 87′ Theo Hernandez;
Espulsi: 90+2′ Rebic.

Arbitro: Pasqua.

Letture Consigliate