14 Dicembre 2021 - 11:11

Milan-Napoli, una battaglia all’ultimo sangue già ricca di feriti

Milan, Napoli

Sfida decisiva quella tra Milan e Napoli che si gioca all’insegna dell’unico comune denominatore tra le due squadre: gli infortuni

La Serie A riserva grandi emozioni ed è sicuramente con il cuore in gola che i tifosi del Napoli e del Milan stanno vivendo questo inizio di stagione. Le due compagini, infatti, si stanno avvicendando in vetta alla classifica. Un duello tra nord e sud che talvolta vede vincere il Duomo con la sua “Madunina”, talvolta il Maschio Angioino. Le sorprese però sono sempre dietro l’angolo. Bisogna tenere alta la guardia per assicurarsi il primato a fine stagione, perché altrimenti le concorrenti per il titolo fanno di quel momento di debolezza il proprio momento di forza. Ed è un po’ questo quello che è successo nell’ultimo turno di campionato. Il Milan, infatti, ha pareggiato contro l’Udinese dopo l’inziale svantaggio, mentre il Napoli ha perso contro l’Empoli. Così, come un leone che attende la distrazione della preda per azzannarla, l’Inter ha colto l’occasione per sorpassare i cugini rossoneri e insediarsi sul trono della Serie A.

La vetta della classifica non è lontana per il Milan, distante solo un punto dai nerazzuri, e nemmeno per il Napoli nonostante i punti di distacco siano 4. A rendere il duello più complicato, però, è proprio lo scontro diretto tra Diavoli e Partenopei in programma domenica 19 dicembre alle 20:45. A farla da padrone sarà lo spettacolo, visto che entrambe le squadre hanno grande qualità. Ma più di ogni altra cosa il match ruoterà intorno agli infortuni, che rientrano senza dubbio nella cerchia di quelle debolezze citate qualche riga fa che rendono appetibile la preda per chi brama il primo posto in classifica.

Infermeria vs campo

Il tema infortuni è, purtroppo, una costante di questo calcio ricco di impegni e competizioni ma soprattutto è una costante per il Milan e per il Napoli. Fin dagli albori della stagione, infatti, queste due compagini (soprattutto i rossoneri) hanno dovuto far fronte a numerose assenze in campo che si traducevano in folte presenze nell’infermeria. La speranza di entrambe, chiaramente, è sempre stata quella di recuperare quanti più uomini possibile in breve tempo, specie negli appuntamenti chiave della stagione. E non è forse questo il caso dello scontro diretto tra le due squadre che da tempo si stanno alternando alla prima posizione della classifica? Si, ed anche questa volta, quasi come se fosse uno scherzo del destino, gli infortuni non basta contarli sulle dita delle mani.

FRONTE ROSSONERO

Il Milan dovrà fare sicuramente a meno di Kjaer, che ormai ha terminato la sua stagione dopo l’infortunio al legamento crociato anteriore e al legamento collaterale mediale. Altri infortunati per la sfida contro il Napoli sono Calabria, Rebic e Pellegri. Proprio a questa mattina, inoltre, risale la notizia per cui Leao ritornerà sul campo di gioco nel 2022. Unico dubbio resta Oliver Giroud, che potrebbe recuperare in tempo e vorrebbe essere a disposizione contro il Napoli.

FRONTE AZZURRO

Il Napoli, dopo aver affrontato l’Empoli con un solo centrocampista di ruolo (Demme), ritrova Lobotka per la sfida con il Milan. Da valutare, poi, la disponibilità di Zielinski (fermato da un’insufficienza respiratoria nell’ultimo match) e di Elmas (vittima di una contusione al polpaccio). Resta in dubbio anche Mario Rui a causa di un affaticamento muscolare. Non c’è alcuna possibilità, invece, per Fabian Ruiz, Koulibaly e Osimhen.