La piattaforma di streaming Mixer chiude ufficialmente i battenti



mixer
immagine dalla pagina ufficiale di Mixer

Mixer, la piattaforma di streaming di videogiochi della Microsoft, chiude definitivamente. I gamer potranno utilizzare Facebook Gaming

Un annuncio sofferto ma forse già nell’aria, quello dalla chiusura definitiva di Mixer. Si tratta della piattaforma di streaming per videogiochi che ha avuto un enorme successo negli ultimi anni. Tramite questo servizio, nato nel 2016 sotto il nome di Beam e successivamente acquistato da Microsoft, i gamer condividevano le loro esperienze di videogioco con altri utenti, i quali potevano assistere o addirittura interagire a distanza. Inizialmente, il successo era arrivato grazie al minimo ritardo (meno di un secondo) tra il live del gioco e l’arrivo delle immagini agli altri utenti.

Tuttavia, come un fulmine a ciel sereno, giunge la notizia della sua chiusura. Come spiegato in una nota, la piattaforma Mixer ha bisogno di un grande sostegno da parte di Microsoft e Xbox, sostegno che non è in linea con l’attuale direzione presa dall’azienda. Per questo motivo, per garantire il massimo dell’esperienza di livestream, si è deciso per la chiusura definitiva del reparto operativo. Niente paura però per tutti gli abituali fruitori. A partire dal prossimo 22 luglio, giorno della chiusura, avverrà una transizione sulla nuova piattaforma Facebook Gaming, nata dalla collaborazione dei due colossi della comunicazione e dell’informatica.

Nessuna informazione in più su quello che avverrà; quel che è certo, che un enorme polverone mediatico si innalzerà in seguito a questo annuncio da parte della comunità di Mixer, polverone che dovrà essere affrontato al meglio da Microsoft.

Leggi anche