Morto Claudio Ferretti, storica voce di “Tutto il calcio minuto per minuto”



Claudio Ferretti

Claudio Ferretti si è spento a Roma all’età di 77 anni: volto storico di “Tutto il calcio minuto per minuto” e del ciclismo italiano

Un altro pezzo di storia della radio-tv italiana che se ne va: Claudio Ferretti è deceduto nella serata di mercoledì all’età di 77 anni nella ‘sua’ Roma, città dove nacque il 21 aprile 1943.

La Rai in particolare perde un altro volto storico: infatti, Ferretti è stato uno dei protagonisti nel corso di “Tutto il calcio minuto per minuto”, diventando uno dei popolari radiocronisti tra gli anni ’70 ed ’80, insieme a Sandro Ciotti, Alfredo Provenzali ed Enrico Ameri. Dopo 22 anni dall’addio alle radiocronache, tornò in occasione speciale per il cinquantesimo anniversario della trasmissione, affiancando Riccardo Cucchi in un Fiorentina-Bari disputato il 10 gennaio 2010.

Proprio Cucchi – attraverso i social – ha voluto ricordare il collega con un messaggio: “Una voce. Una straordinaria voce. Una voce da Tutto il calcio, una voce del ciclismo, dell’atletica leggera. Un compagno delle nostre domeniche con il quale ho avuto l’onore di lavorare“.

Tra le sue passioni, oltre il calcio, c’erano anche l’atletica, il pugilato e soprattutto il ciclismo. Dopo le radiocronache, passò alla conduzione del TG3 alla fine degli anni ’80, soprattutto iniziò a collaborare con Sandro Ciotti nel programma E’ quasi gol ma anche Anni Azzurri, Telesogni e L’una italiana. Nel 1993 fu a capo della redazione sportiva sempre al TG3, oltre che alla conduzione de “Il Processo alla Tappa” del Giro d’Italia tra il 1998 ed il 2000.

Ferretti scrisse anche di due libri sulla storia della Rai, Mamma RaiRicordeRai. Successivamente lascio la TV definitivamente per continuare a coltivare la carriera da scrittore, pubblicando diverse opere. Adesso, all’età di 77 anni, si spegne: la Rai ed il mondo del giornalismo italiano è in lutto per la sua scomparsa.

Leggi anche