7 ottimi motivi per iniziare a vedere “How to Get Away with Murder”!

Prima Pagina7 ottimi motivi per iniziare a vedere "How to Get Away with...

Perché iniziare a guardare una nuova serie tv come “How to Get Away with Murder”? La risposta è contenuta in 7 punti principali che vi faranno venire voglia di entrare in un tribunale statunitense e combattere per quella che spesso viene chiamata “giustizia”

[ads1]

“How to Get Away with Murder” (Le regole del delitto perfetto) è una serie thriller-giudiziaria statunitense che racconta le vicende dell’avvocato Annalise Keating, nonché professoressa di diritto penale alla “Middleton University” di Filadelfia, e dei suoi 5 ragazzi: Wes, Laurel, Connor, Michaela e Asher. Qui di seguito 7 ragioni per iniziare a guardare questa serie tv.

7 ottimi motivi per iniziare a vedere "How to Get Away with Murder"!
7 ottimi motivi per iniziare a vedere “How to Get Away with Murder”!

  1. Peter Nowalk ft. Shonda Rimes. La serie tv è stata creata da Peter Nowalk, produttore di Grey’s Anatomy e Scandal, e prodotta da Shonda Rimes, quest’ultima nota per aver creato personaggi femminili complicatamente interessanti e magnetici. Shonda ha dato vita a donne che sul piccolo schermo riescono ad attirare lo spettatore semplicemente essendo se stesse.
  2. Musica. La colonna sonora è composta principalmente da artisti come IAMX ,Hot Chip, Roman Remains, Nostalghia, Mogwai, Naughty Boy ft. Bastille e Digital Daggers. È questo tipo di musica che elettrizza lo spettatore, mantiene il fiato sospeso, cavalca con ritmo dinamico le scene principali di una serie tv sempre più alternativa e rock.
  3. Annalise Keating. Avvocato, professoressa universitaria, moglie, madre mancata, amante, manipolatrice, egoista, misteriosamente generosa, donna da un passato oscuro temuta in un tribunale così come nella vita reale. Annalise è il personaggio che lascia un pezzo di se in ogni episodio, le sue sfumature sembrano caraterizzate a volte da colori inaspettatamente chiari e a tratti da colori tremendamente  scuri.  È la forza dello show.

    HOW TO GET AWAY WITH MURDER – ABC's "How to Get Away with Murder" Charlie Weber as Frank Delfino, Liza Weil as Bonnie Winterbottom, Billy Brown as Nate, Matt McGorry as Asher Millstone, Aja Naomi King as Michaela Pratt, Viola Davis as Professor Annalise Keating, Katie Findlay as Rebecca, Alfred Enoch as Wes Gibbins, Karla Souza as Laurel Castillo and Jack Falahee as Connor Walsh. (ABC/Craig Sjodin)
    How to Get Away with Murder
  4. Attacco vs Difesa. Riuscire a pensare come un avvocato in ogni episodio, trovare argomenti in proprio favore, convincere l’assemblea popolare e provare a rendere innocente anche il cliente più colpevole. Potresti esserne all’altezza?
  5. Connor. Inizialmente può sembrare il tipico personaggio omosessuale che ragiona solo con il  “pube”. In realtà l’arco di trasformazione di questo personaggio è estremamente interessante. La sua apparente superficialità e voglia di soddisfare i suoi istinti si materializza gradualmente in un “cuore” che sembra essere in grado di amare.
  6. Legalità vs Moralità. Non sempre ciò che è legalmente giusto coincide con ciò che è moralmente giusto, questo sembra essere uno dei punti più crudi dello show che inevitabilmente mostra anche l’umanità dei personaggi e il loro modo di abbandonare a volte la giustizia scegliendo di seguire la legge del cuore.
  7. Colpi di scena. Alla fine di ogni episodio c’è un colpo di scena, il che crea una involontaria “dipendenza da serie tv“. Come si può guarire? Facile, bisogna andare avanti … per scoprire l’assassino!

[ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 31 July 2021 - 20:05 20:05