napoli
na-cesena

Centro Sportivo Sant’Antimo (Na) 10-9-2016 Campionato Primavera girone “A”: Napoli -1- Cesena -0-. Marcatore al 32° Granata (N). Gara diretta dal Sig. Carrella di Bari, con gli assistenti Mansi di Nocera (Sa) e Severino di Campobasso

[ads1]

Potrebbe interessarti:

NAPOLI: Schaeper; Schiavi, Granata, Milanese, D’Ignazio; Otranto, Acunzo, Abdallah (56° De Simone); Liguori ( 52°Della Corte), Russo, Negro (68° Conte). A disp.: Marfella, Riccio, Rizzo, Migliaccio, Esposito, Passeri, Mattera, Daddio, Ritieni. All.: Saurini.

CESENA: Fantini, Dondini, Garattoni, Salcuni, Farabegoli, Cavallari, Soumahin ( 67° Pompei), Conti (55° Setola), Ruffini (64° Tommasini), Pregnolato, Kondic. A disp.: Branchini, Ballini, Pompei, Setola, Andreoli, Locati, Tommasini, Carnicelli. All.: Angelini.

napoli
Il Sig. Carrella della sezione AIA di Bari ha diretto Napoli Cesena.

Inizia bene il campionato 2016/17 del Napoli primavera che tra le mura amiche batte solo di misura il Cesena, per uno a zero. Il risultato, rispetto a quello visto in campo, è un po’ severo per un giovane Napoli che nella sua prima apparizione ha mostrato già una migliorata cognizione mentale rispetto allo scorso anno. I nuovi innesti, tra i quali il portiere Schaeper ed il folletto Russo, sono apparsi già ben integrati. Ancora da monitorare a centrocampo la possente fisicità di Abdallah, mentre si conferma di sicuro affidamento il reparto avanzato con la piacevole concorrenza tra il cannoniere Negro e il giovanissimo Conte.

napoli
Acunzo in un recupero in Napoli Cesena.

La gara ha registrato anche la buona prova di Acunzo e Otranto che si son fatti sempre trovare pronti  nel dar man forte al reparto difensivo. Milanese, Schiavi, D’Ignazio e capitan Granata sempre attenti nella prima frazione. Al 2° della ripresa invece una distrazione del reparto avrebbe potuto portare in parità il match. Dopo una doppia occasione presentatasi  sui piedi del N. 10 cesenate Pregnolato, ci mette una pezza D’Ignazio che in spaccata nega la gioia del goal agli ospiti, a porta praticamente sguarnita. La rete del Napoli, che ha sancito anche il risultato finale, al 32° con una bella incursione di testa di capitan Granata su angolo battuto da Russo, alla destra del portiere Fantini.

napoli
Capitan Granata. Marcatore in Napoli Cesena.

Tutto sommato un buon esordio anche se il Cesena è apparso un po’ rinunciatario in attacco, badando di più alla fase di contenimento. Sono parsi confortanti i grossi margini di miglioramento con un diverso approccio mentale anche in vista della youth champions che chiamerà il Napoli già alla prima gara martedì prossimo a Kiev.Accordando quattro minuti di recupero sia nel primo che nel secondo tempo, ha ben diretto la gara il Sig. Carrella di Bari che nel corso della gara ha estratto tre volte il cartellino giallo. Conti e Garattoni del Cesena e Milanese del Napoli sul taccuino del giudice di gara che ha trovato nei sig.ri  Mansi e Severino due eccellenti collaboratori soprattutto nella perentoria rilevazione dei fuori gioco. Finale: Napoli -1- Cesena -0-.

napoli
Il tecnico Giuseppe Angelini Cesena primavera 2016-17.

Breve il commento di Mister  Giuseppe Angelini ascoltato a fine gara.

Mr Angelini: “Nonostante la sconfitta, ho visto bene i miei ragazzi! E’ stata una partita tutto sommato equilibrata, dove abbiamo subito goal su calcio d’angolo. Nella ripresa subito abbiamo avuto un’occasione per riprenderla, ma un eccellente recupero di uno dei difensori del Napoli ha salvato il risultato. Siamo stati sempre presenti, contro una squadra ben strutturata e molto forte. Certo siamo appena agli inizi e non conosco il valore degli altri avversari. Il Napoli mi è sembrato una buonissima squadra, ma poi sarà il campo ad emettere il suo giudizio”.

P.D.: “ Cosa ne pensa di questa riforma dei campionati giovanili?”

Mr Angelini: “Ben venga se dovesse servire a migliorare il nostro pianeta calcio. Certo sarà tutto da verificare in corso d’opera, perché poi è sempre il tempo ad indicarci se una riforma migliora o no, una determinata situazione”.

[ads2]

Letture Consigliate
Articolo precedentePaul Walker oggi avrebbe compiuto 43 anni
Prossimo articoloIl malore di Hillary Clinton diventa un caso politico
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...