Napoli, vittoria con doppietta di Palmieri

doppietta di palmieri ed il napoli batte il genoa
Napoli : vittoria con doppietta di Palmieri

Napoli riesce a dare un nuovo corso, alla prima del Campionato Primavera 1: Palmieri segna la vittoria

project adv

A partire dal presente campionato 2017/18, infatti c’è un campionato primavera 1, dove partecipano sedici squadre del campionato di “A”, e un campionato primavera 2 dove partecipano ventisei formazioni divise in due gironi che comprendono tutte quelle di “B” con l’aggiunta Cagliari, Benevento, Crotone e Spal della massima serie.

Al cospetto di spalti gremiti, presso il centro Sportivo Sant’Antimo (Na), gli under 19 del Napoli, hanno inaugurato il campionato con una vittoria (2 a 1 sul Genoa). Buon viatico per la prima trasferta di Champions Youth League in terra Ukraina (mercoledì contro lo Shakhtar Donetsk). Primo tempo finito in parità a reti inviolate, con una buona occasione all’ottavo per il Genoa ed a seguire due ghiotte occasioni per il Napoli.

esultanza al vantaggio del napoli
Il vantaggio del Napoli con la prima marcatura di Palmieri.

La ripresa mette in trono Palmieri, che subentrato al 57° a Mezzoni, sigla una bella doppietta.

La prima rete con un’infiltrazione perentoria in area su assist di Otranto su punizione dal limite (min.64°).

La seconda rete al 71° con un eurogoal che dal limite dell’area diventa imparabile per il portiere Genoano Rollandi.

A cinque minuti dalla fine, su battuta di calcio d’angolo,  accorcia il Genoa con un tocco in mischia del N. 4 Altare.

La gara ha evidenziato una buona struttura fisica del Genoa con un’altrettanto buona tenuta del campo. Ma la sua solidità diventa gracile in mancanza del talento Pietro Pellegri (classe 2001) aggregato alla  prima squadra. Diversamente, il folto pubblico accorso a questa prima, ha potuto notare un Napoli con una buona tecnica esposta con una buona velocità.

Maggior convinzione dei propri mezzi, rispetto al passato e tenacia arguta nel difendere un risultato incerto fino al novantesimo. Chiari elementi di crescita, per affrontare un diverso campionato che prevede anche retrocessioni in primavera 2, ma soprattutto una Champions Youth League dove ci sono organici con più elevati gradi di maturazione.

Tabellino della gara:  

Marcatori: 64′ e 71′ Palmieri (N), 85′ Altare (G).

Napoli: Schaeper; Schiavi, Esposito, Manzi, Scarf; Otranto, Gaetano (86′ Senese), Abdallah; Mezzoni (57′ Palmieri), Leandrinho (46′ Micillo), Zerbin. A disposizione: D’Andrea, Maisto, Calvano, Marino, Coglitore, D’Alessandro, Energe, Sgarbi. Allenatore:  Gianpaolo Saurini.

Genoa: Rollandi; Tazzer, Altare, Sibilia, Oprut; Zanoli (82′ Piccardo), Bruzzo, Karic (66′ Silvestri); Micovschi, Zanimacchia, Szabo. A disposizione: Bulgarelli, Filippi, Palmese, Gibilterra, Pedersen, Romairone, De Paoli. Allenatore: Carlo Sabatini.

Arbitro: Maranesi di Ciampino con gli assistenti Assante di Frosinone e Falco di Bari.

Ammoniti: 85′ Sibilia (G), 91′ Palmieri (N).

Video del giorno

CONDIVIDI
Articolo precedenteFestival di Venezia, il Leone d’oro va a Guillermo Del Toro
Prossimo articoloAlla scoperta di Alfonso Cuarón: Gravity, la rivoluzione degli effetti speciali

Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: “Scugnizzeria agli Albori di un Successo”​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L’approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. “​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società”​. Tutto questo mi ha portato ad essere un “Cronista del calcio giovanile Campano”​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l’estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto…