Neon Genesis Evangelion, il nuovo adattamento scatena polemiche



Neon Genesis Evangelion
Screenshot da YouTube

Su Netflix è finalmente disponibile il nuovo adattamento di Neon Genesis Evangelion. Ma il doppiaggio ad opera di Gualtiero Cannarsi scatena l’ira dei fan

Un grande pezzo della serialità televisiva anime giapponese, finalmente, sbarca anche su Netflix. Sul servizio streaming più famoso del mondo, infatti, è finalmente disponibile Neon Genesis Evangelion, anime rivoluzionario ideato, scritto e diretto da Hideaki Anno (noto anche per Il Mistero Della Pietra Azzurra). Una grandissima notizia per i fan del noto anime giapponese, che potranno dunque forgiarsi di una nuova visione in full-HD comoda, dalla propria smart TV o dal proprio computer. Se non fosse che la versione italiana ha grandi difetti.

Infatti, il remastering ha prodotto nuove voci ed un nuovo adattamento ad opera di Gualtiero Cannarsi. Quest’ultimo ha fornito una prova, secondo molti utenti, davvero pessima. Non solo ha cambiato alcuni nomi senza motivo (gli Angeli sono diventati Apostoli e l’Unità 01 è diventato Unità Primaria), ma ha anche donato all’anime un registro aulico totalmente fuori luogo con la tinta effettiva della serie.

Non c’è quindi da stupirsi se il nuovo adattamento di Neon Genesis Evangelion ha scatenato sul web furia ed ironia per una versione dir poco imbarazzante. Però, non è la prima volta che Cannarsi è al centro di polemiche di questo tipo. Infatti, un caso analogo era capitato anche con i film dello Studio Ghibli di Hayao Miyazaki, da lui doppiati sempre in maniera poco consona. Come al solito, infatti, il pubblico è stato sempre costretto a criticarlo in virtù del doppiaggio davvero di livello qualitativamente basso.

E ora questa polemica colpisce anche uno degli anime più famosi di sempre.

Leggi anche