Nigeria, due bambine kamikaze al mercato



Nigeria, kamikaze

Due bambine si sono fatte esplodere al mercato di Maiduguri, in Nigeria. I media locali hanno attribuito l’attacco al gruppo integralista di Boko Haram

Due bambine kamikaze dell’età apparente di 7 o 8 anni si sono fatte saltare in aria in un mercato di Maiduguri, nel nordest della Nigeria.

L’ attentato non ha provocato altri morti, ma il ferimento di almeno 17 persone. I media locali hanno attribuito l’attacco al gruppo filo-islamico alQaida Boko Haram, nato proprio a Maiduguri.

Secondo le prime ricostruzioni, le due bambine sono scese da un risciò e si sono avvicinate ai banchi dei venditori dove una prima ragazzina ha attivato la cintura esplosiva. La seconda si è poi fatta saltare in aria all’arrivo dei soccorsi.

Uno dei sopravvissuti, di nome Abubakar Musa, ha riferito di aver visto numerosi corpi, tra cui quelli di agenti di polizia di guardia ad una vicina centrale elettrica.

Venerdì scorso, due donne kamikaze si sono fatte esplodere in un mercato di Madagali, a circa 150 km a sud-est di Maiduguri, uccidendo 57 persone e ferendone 177.

Leggi anche