Ooho, l’acqua che si mangia, in arrivo dal Regno Unito

Ooho

Direttamente dal Regno Unito una startup destinata a rivoluzionare uno dei gesti quotidiani più naturali, bere. Vi presentiamo la Ooho ball, l’acqua che si mangia

 

Dimenticate le classiche bottiglie d’acqua, le fontane pubbliche e i ruscelli di montagna: da oggi l’acqua si mangia. Dal Regno Unito, infatti, arriva una startup destinata a rivoluzionare l’assunzione del liquido fonte di vita di tutti noi, l’acqua. Si chiama Skipping Rocks Lab, e dalle menti brillanti dei suoi sviluppatori è nata la Ooho, la pallina d’acqua…che si mangia.

Grande, più o meno, quanto una pallina da ping pong, la Ooho riesce a contenere l’acqua grazie alla sua membrana trasparente composta da estratti vegetali e alghe, quindi assolutamente commestibile e assimilabile. Per poter bere dalla pallina Ooho basterà semplicemente esercitare una lieve pressione tra la lingua e il palato, e quindi inghiottire.

Gli inventori di questa rivoluzionaria pallina sono tre giovani ingegneri spagnoli, che hanno a cuore il futuro del pianeta e cercano in questo modo di ridurre la produzione di involucri di plastica e il conseguente smaltimento. La Skipping Rocks Lab sta raccogliendo fondi per iniziare la produzione, cercando sostenitori del progetto con la partecipazione ad eventi sportivi e concerti. Speriamo che la membrana che contiene l’acqua sia talmente resistente da non rompersi nella borsa, qualora volessimo portarne una con noi!