Orietta Berti: “Mio padre è morto giovanissimo”

Orietta Berti

Ospite di Caterina Balivo a “Vieni da me”, la cantante Orietta Berti ha raccontato un momento molto duro del suo privato: la morte prematura del padre

La cantante Orietta Berti è stata questo pomeriggio ospite del programma pomeridiano di Rai Uno “Vieni da me”.

73 anni, di cui 50 trascorsi sul palcoscenico, Orietta ha aperto i cassetti della memoria assieme alla conduttrice Caterina Balivo, tra successi, amore e qualche momento buio.

I suoi due amori: Osvaldo e la musica

Il racconto della Berti è iniziato dall’infanzia trascorsa a Cavriago, in Emilia Romagna; un sogno di spensieratezza presto interrotto dalle luci della ribalta: è il 1965 quando l’impresario Giorgio Calabrese la nota durante il concorso “Voci Nuove” e le fa incidere il suo primo, grande successo, Tu sei quello.

Nonostante i 16 milioni di dischi venduti Orietta Berti è sempre rimasta una donna con i piedi per terra: merito dell’instancabile amore del suo Osvaldo che dura ormai da 52 anni.

Un menage indistruttibile, quello tra loro due, coronato anche dall’arrivo di due figli, Omar e Otis entrambi concepiti in Australia. Racconta la stessa Berti:

All’epoca del primo figlio andai in tour in australia e poco dopo rimasi incinta. avevo gia’ preso appuntamento con un ginecologo svizzero: volevo disdire ma ci andai lo stesso

Il dramma

La vita di Orietta è stata però subito segnata da un evento terribile: la morte del padre, deceduto a 16 anni a causa di un incidente stradale. Di quel periodo la cantante ricorda: “Dopo io e mia madre siamo rimaste sole”.

Attualmente vediamo la Berti nelle vesti di coach del programma “Ora o mai più” in cui ha spesso battibeccato con Donatella Rettore, che intanto minaccia di lasciare la trasmissione. Sui loro ripetuti alterchi, Orietta dice:

Mi piacciono le critiche costruttive, non le falsita’. dietro le quinte io e donatella siamo amiche: le ho addirittura regalato i miei biscotti