Oscar 2019: tutti i premiati e i momenti clou della serata

Oscar 2019

Pronostici rispettati per Rami Malek Miglior Attore, due outsider festeggiano tra le attrici. Oscar 2019 per il Miglior Film a “Green Book”

Nella notte italiana tra il 24 e il 25 Febbraio il Dolby Theatre di Los Angeles si è acceso per premiare il meglio del cinema mondiale dell’ultima stagione. Un’edizione, quella degli Oscar 2019, nel segno delle sorprese, nessun presentatore ufficiale ma tre bellezze (Tina Fey, Rachida Jones ed Amy Pohler) che funzionano da traghettatrici della serata: “Non siamo le presentatrici ufficiali” dicono “ma staremo un pò di più sul palco così domani penseranno che lo eravamo”.

Le categorie principali

Ad aprire la serata i Queen nella formazione con Adam Lambert: segno tangibile di come questa annata cinematografica sia stata segnata a livello mondiale dal biopic “Bohemian Rhapsody”. E infatti Rami Malek non ha concorrenti come Miglior Attore Protagonista:

Questa vittoria la portero’ nel cuore per tutta la vita

Sorpresa, invece, per la categoria Miglior Attrice Protagonista: alla volata finale, la scostumata e per questo affascinante Regina Anna Stuart di Olivia Colman soffia il Premio alla favorita dell’ultim’ora Glenn Close.

La partita per La Favorita della sovrana si conclude, invece, con un sostanziale pareggio: nè Emma Stone nè Rachel Weisz, infatti, riescono a portare a casa l’ambita statuetta di Miglior Attrice Non Protagonista, soffiata loro dall’outsider Regina King di Se la strada potesse parlare.

A Roma di Alfonso Cuaròn l’Oscar per il Miglior Film Straniero ( e quello per la Regia) Radicato sui tempi il suo discorso di ringraziamento:

Nessun paese può costruire muri o barriere. siamo tutti parte della stessa emozione, tutti parte dello stesso oceano

Mahershala Ali (per Green Book, Miglior Film dell’anno) torna a vincere la statuetta come Miglior Attore non  protagonista a due anni da Moonlight:

Grazie a mia nonna che e’ stata la mia eroina, la donna che mi ha insegnato che, se non ce la fai, devi provare di nuovo e di nuovo, sino al successo

Sulla stessa falsariga il discorso di Lady Gaga che, dopo aver infiammato il pubblico degli Oscar 2019 con l’esecuzione di Shallow, (insieme a Bradley Cooper) accetta così la statuetta per la Miglior Canzone Originale:

Il segreto del successo sta nel numero di volte in cui sei in grado di rialzarti dopo le cadute. se avete un sogno non arrendetevi

Le altre categorie

Di seguito la lista di tutti i vincitori degli Oscar 2019

 

Miglior film:

Green Book

Migliore regia:

Alfonso Cuarón – Roma

Migliore attore protagonista:

Rami Malek – Bohemian Rhapsody

Migliore attrice protagonista:

Olivia Colman – La Favorita

Migliore attore non protagonista:

Mahershala Ali – Green Book

Migliore attrice non protagonista:

Regina King – Se la Strada Potesse Parlare

Migliore sceneggiatura originale:

Nick Vallelonga, Brian Currie e Peter Farrelly – Green Book

Migliore sceneggiatura non originale:

Charlie Wachtel, David Rabinowitz, Kevin Willmott e Spike Lee – BlacKkKlansman

Miglior film straniero:

Roma, di Alfonso Cuarón (Messico)

Miglior film d’animazione:

Spider-Man – Un Nuovo Universo, di Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman

Migliori Costumi:

Black Panther

Miglior Mixing Sonoro:

Bohemian Rhapsody

Miglior Montaggio Sonoro:

Bohemian Rhapsody

Miglior Corto Animato:

Bao, di Domee Shi

Miglior Corto:

Skin, di Guy Nattiv

Miglior Colonnna Sonora:

Ludwig Göransson – Black Panther

Miglior Montaggio:

Bohemian Rhapsody

Miglior Corto Documentario:

Period. End of Sentence., di Rayka Zehtabchi

Miglior Documentario:

Free Solo, di Jimmy Chin e Elizabeth Chai Vasarhelyi

Miglior Scenografia:

Black Panther

Miglior Fotografia:

Roma

Migliori Effetti Speciali:

First Man

Miglior Trucco e Acconciatura:

Vice

Miglior Canzone:

Shallow (musica e testi di Lady Gaga, Mark Ronson, Anthony Rossomando e Andrew Wyatt) – A Star Is Born