palermo

È successo a Palermo: ai domiciliari coppia di genitori che costringeva la propria figlia, di 9 anni, a prostituirsi. Arrestati anche due pedofili

Una sconcertante vicenda di pedofilia e prostituzione minorile è emersa in un paese della provincia di Palermo. Due genitori, di 43 e 58 anni, sono stati arrestati per aver fatto prostituire la figlia di 9 anni: l’accusa è quella di violenza sessuale e sfruttamento alla prostituzione minorile. In manette anche due pedofili che avevano intrattenuto rapporti sessuali a pagamento con la bambina.

A far scattare l’inchiesta, la denuncia di un testimone che aveva assistito ad un episodio verificatosi in aperta campagna, dove uno dei due indagati si era appartato con la piccola per compiere l’atto sessuale. Gli incontri, tuttavia, avvenivano talvolta anche nell’abitazione della coppia ed erano organizzati dalla madre della bambina, come riportato da La Repubblica.

I racconti della piccola, affidata ora ad una casa famiglia, hanno confermato la versione presentata dal testimone. Secondo quanto raccontato dalla minore, e considerato credibile dal Gip, anche la madre si prostituiva occasionalmente. Ad ogni prestazione sessuale della bambina seguiva il pagamento di 25€.