Papa Francesco nei luoghi colpiti dal sisma: “Sono qui per dirvi che vi sono vicino e prego per voi”



papa francesco
Fonte immagine: La Repubblica

Papa Francesco sceglie di festeggiare il suo onomastico tra le macerie, nei luoghi colpiti dal terremoto lo scorso 24 agosto. Solidarietà e vicinanza alle popolazioni

Papa Francesco è giunto a sorpresa stamattina, accompagnato dal vescovo di Rieti, nelle zone devastate dal sisma. Prima tappa la città di Amatrice o meglio quel che resta del suo centro storico.

Il Pontefice ha incontrato alunni e insegnanti tra i banchi della nuova scuola cittadina per poi dirigersi, scortato dai Vigili del Fuoco, tra le macerie nella zona rossa. lungo Corso Umberto I.

“Vi sono vicino e prego per voi”, ha detto Bergoglio parlando con i terremotati. “Non sono venuto prima per non creare problemi tenuto conto delle vostre condizioni. Non volevo dare fastidio”, ha aggiunto. Papa Francesco ha cercato di mantenere il massimo riserbo in merito al giorno in cui avrebbe fatto visita alle popolazioni colpite dal sisma.

Nessun clamore dunque e, soprattutto, un incontro che giunge con un paio di mesi di ritardo proprio per evitare di intralciare le operazioni di soccorso durante la prima fase, quella emergenziale.

Il Pontefice andrà poi ad Accumoli, Arquata del Tronto e anche ad Assisi, visto che oggi è San Francesco.

Leggi anche