Paulo Fonseca, ecco chi è il “cannibale ucraino” ad un passo dalla Roma



paulo fonseca
Foto: YT Shakthar Donetsk

La Roma ha finalmente scelto il suo nuovo allenatore; nelle ultime ore, si sono fatte insistenti le voci dell’arrivo di Paulo Fonseca, allenatore dello Shakhtar

Sfumati Conte e Gasperini, e con Sarri vicino alla Juventus, la Roma è ancora alla ricerca di un allenatore, anche se potrebbe finalmente essere arrivata una svolta. Nelle ultime ore si sono intensificati i contatti tra la dirigenza giallorossa, e Paulo Fonseca, allenatore portoghese che attualmente risiede sulla panchina dello Shakhtar Donetsk.

L’accordo potrebbe arrivare nei prossimi giorni. Scegliendo il portoghese, la Roma ha fatto una scelta molto chiara. Prendere un tecnico emergente per creare un progetto basato sul bel gioco, con tanti giovani, per ridare fiducia ad un ambiente deluso da una stagione deludente. Qualcosa di simile lo fece il Napoli con l’arrivo di Maurizio Sarri.

L’allenatore portoghese emerge come allenatore nel 29013, quando riesce a qualificarsi in Champions League con il Pacos de Ferreira dopo aver conquistato il 3° posto in campionato. Grazie a questo risultato viene chiamato dal Porto, dove però non riesce a riconfermarsi venendo esonerato dopo pochi mesi.

Decide di tornare al Pacos, e poi passa al Braga dove batte proprio il Porto in Coppa di Portogallo e in Europa League esce ai quarti di finale con lo Shakhtar Donetsk. Gli ucraini rimangono impressionati dal gioco messo in mostra dal Braga, e decidono di metterlo sotto contratto.

In Ucraina in tre anni conquista tutto, tanto da guadagnarsi il soprannome di “cannibale ucraino”. Lo Shakhtar, spinto dal suo 4-2-3-1 guidato da Taison, Marlos e Bernard, prova a farsi strada anche in Europa, e nella scorsa stagione riesce a superare il girone di Champions eliminando il Napoli per poi fermarsi agli ottavi proprio contro la Roma.

Proprio in questa occasione, il portoghese disse che se fosse riuscito a battere il City e a passare il girone, si sarebbe travestito da Zorro, e cosi fece, presentandosi in conferenza stampa travestito dal cavaliere mascherato.

In caso di arrivo alla Roma,troverebbe con il nuovo ds Gianluca Petrachi, per provare a ricostruire insieme una squadra giù di morale dopo i recenti risultati.

Leggi anche