Enrico Letta
Immagine del profilo di Enrico Letta

Enrico Letta è ufficialmente il nuovo segretario con 860 sì. E promette battaglia sul voto ai sedicenni e sullo Ius Soli

Una nuova era ha ufficialmente inizio. Un ringraziamento speciale a Nicola Zingaretti e poi via verso un nuovo fronte comune. Enrico Letta alla guida del PD è cosa ufficiale. Il politico ha ricevuto la proclamazione da segretario del Partito Democratico con 860 voti a favore (2 i no e 4 gli astenuti). Successivamente, è salito sul palco del Nazareno in diretta streaming per il suo discorso tradizionale, durante l’assemblea tradizionale del partito. Qui è giunto ad inaugurare, ufficialmente, il post-Zingaretti.

Potrebbe interessarti:

Un ringraziamento a Nicola, con cui continuerò a lavorare, legati da un rapporto di lunga amicizia e sintonia. Un pensiero anche ai centomila morti e al mezzo milione di italiani che hanno perso il lavoro, a loro noi guardiamo cercando le migliori soluzioni per il loro futuro. Serve un nuovo PD. Mi viene in mente la frase di Papa Francesco che dice che vorrebbe un mondo che sia un abbraccio fra giovani e anziani. Da solo nessuno si salva. Ce lo ha detto il Papa. Dobbiamo fare un partito che abbia le porte aperte. L’apertura sarà il mio motto: spalanchiamo le porte del partito.” ha dichiarato Enrico Letta.

Il nuovo segretario ha poi detto: “Lo stesso fatto che sia qui io e non una segretaria donna dimostra che esiste un problema. Io metterò al centro il tema delle donne. Sembra assurdo che sia un problema. Mi candido a nuovo segretario ma so che non vi serve un nuovo segretario: vi serve un nuovo PD. Anche i giovani saranno al centro della mia azione. L’altra battaglia è quella per il voto ai più giovani: io sono convinto che il voto debba essere dato ai sedicenni.

Letture Consigliate