Pneumatici 4 stagioni, conviene acquistarli?



pneumatici 4 stagioni

Chi non ha alcuna voglia di pensare alla sostituzione delle gomme in base alla stagione può affidarsi agli pneumatici 4 stagioni

Stiamo parlando di mescole adatte per ogni periodo dell’anno, capaci di garantire il miglior connubio tra sicurezza e prestazioni di alto livello. Scopriamo insieme i loro principali punti di forza e le caratteristiche tecniche dei vari modelli.

Perché acquistarli

Come già accennato in precedenza, la scelta di chiedere aiuto agli pneumatici 4 stagioni è tipica di tutti coloro che non vogliono sostituirli in maniera periodica. Sono modelli ideali per tutto l’anno e il pubblico li apprezza sempre di più proprio per la loro indubbia versatilità. Diversi paesi europei hanno accolto tale tipologia di pneumatici grazie a prestazioni di primissima categoria, oltre ad un’efficienza meccanica che persiste per un arco di tempo molto lungo. Un occhio attento viene ovviamente rivolto all’aspetto relativo alla sicurezza, con le mescole che riescono a funzionare sia col caldo che col freddo, senza dimenticare il fondo bagnato e persino quello innevato. Certo, bisogna sempre ricordarsi che in determinate condizioni sarebbe meglio montare gomme adatte all’occasione specifica.

Le differenze con gli pneumatici invernali

Le gomme all season, così come spesso vengono definite, non possono essere assolutamente confuse con le gomme invernali. Le prime consentono una circolazione tranquilla per tutto l’anno in piena conformità al codice della strada, mentre le seconde puntano tutto sulla stagione fredda con performance eccezionali. Nel corso dell’inverno, gli pneumatici quattro stagioni sono sicuramente più indicati di quelli puramente estivi, così come viceversa. Invece, i modelli invernali sono altamente sconsigliati durante l’estate, dato che tendono a degradarsi con estrema rapidità e forniscono prestazioni di rilievo molto basso.pneumatici 4 stagioni

Gli elementi principali di questo tipo di gomme

Le gomme quattro stagioni si contraddistinguono per alcune caratteristiche tecniche davvero particolari, che le rendono ben diverse rispetto a tutte le altre. Prima di tutto, ciascuna mescola contiene una concentrazione molto elevata di silice. Quest’ultima fa in modo che le ruote restino pienamente morbide anche in casi meteorologici estremi, come ad esempio il gelo. Il secondo elemento rilevante riguarda la cospicua presenza di lamelle all’interno del battistrada, nettamente superiori rispetto agli altri tipi di gomme. Due parametri fondamentali che rendono questi modelli diversi da tutti gli altri e perfetti anche per strade bagnate e persino ghiacciate. Per una duttilità davvero fuori dal comune.

La marcatura M+S e il simbolo Snowflake

Due elementi particolari che riguardano gli pneumatici invernali, e che quindi non sono tipici di quelli quattro stagioni, sono sicuramente la marcatura M+S e il simbolo Snowflake. La prima caratteristiche prevede la presenza di canali molto marcate per fare in modo che l’acqua venga rapidamente espulsa da ogni pneumatico. Si tratta di una formula non molto utilizzata dalle case automobilistiche, ma che si caratterizza per la totale assenza di lamelle e mescole termiche. Dall’altra parte, il simbolo Snowflake viene apposto sulle gomme che hanno superato i vari test relativi a neve e fondi ghiacciati, con la chance di circolare anche sulle strade più complicate. Corrisponde ad un disegnino formato da un fiocco di neve contenuto in una piccola montagna.

Quando preferirli a pneumatici invernali ed estivi

Cosa dovrebbe scegliere un’automobilista? Meglio gli pneumatici 4 stagioni o l’alternanza tra pneumatici invernali ed estivi? In questo ambito, un ruolo di primo piano viene occupato dal chilometraggio annuale. Chi percorre tanti chilometri nel corso di un anno dovrebbe prediligere la regola dell’alternanza, al fine di usufruire di prestazioni ideali senza alcuna limitazione. Alla lunga, i vantaggi delle all season tendono ad appiattirsi sia dal punto di vista economico che sotto l’aspetto puramente prestazionale. Di contro, chi percorre meno chilometri dovrebbe optare per gomme all season. In entrambi i casi, dopo circa tre anni le gomme tendono ad usurarsi e bisogna procedere alla rispettiva sostituzione.

Leggi anche