Il potere della lettura

VarieIl potere della lettura

La lettura stimola l’intelligenza dei bambini e scaccia le paure. Un modo per aiutarli  a capire il mondo

[ads1] I neonati sono attratti dai libri di plastica, in quanto li possono portare alla bocca e mordere, da quelli di tessuto perché possono toccarli e scoprire di che materiali sono fatti e da quelli impermeabili perché possono portarli con sé al momento del bagnetto.

bimbaebimboA partire dai sei mesi i bambini guardano tutto ciò che è colorato e che ha una forma semplice. I disegni devono essere semplici. Troppi dettagli confonderebbero il bambino. A quest’età il bambino comincia a riconoscere le immagini e le paragona a ciò che vede tutti i giorni. Ai bambini di un anno piace stare seduti sulle ginocchia dei genitori ed ascoltare storie. La lettura ad alta voce rafforza il legame emotivo tra genitore e figlio e i bambini sperimentano attenzione esclusiva.

I bambini che da piccoli hanno ascoltato storie ad alta voce imparano prima a leggere e a scrivere, perché sviluppano la capacità di riconoscere i simboli coi quali creano un collegamento. Capire i simboli serve a comprendere la scrittura. Nel primo anno di vita i bambini ricevono passivamente la propria lingua madre. In questa fase, leggendo ad alta voce, si aiuta il bambino a dare un nome a tutto ciò che ha intorno. Più tardi, sempre grazie alla lettura, i bambini imparano la struttura della frase e della grammatica. Ai bambini piace ascoltare per tante volte la stessa storia, infatti essi hanno bisogno della ripetizione per imparare nuove cose e sviluppare la memoria.

Global education concept tree made books. Vector file layered for easy manipulation and custom coloring.La lettura, costituisce un momento di grande intimità tra genitori e figli, aiuta i bambini a sviluppare l’immaginazione e a superare le paure. Non esiste un’età giusta per leggere una fiaba, ma essa dipende dalla maturità e dalla sensibilità del bambino. Di solito nel primo anno di vita si leggono le ninna nanne e le canzoncine. A due anni si leggono le filastrocche e storie brevi, anche frutto della fantasia del genitore. Intorno ai tre/quattro anni si passa alle fiabe classiche, perché il bambino può capirne il significato e trarne insegnamento.

Non è necessario esplicitare la morale. Essa viene trasmessa attraverso il racconto, anche se il bambino ci metterà un po’ a trarne insegnamento.

come-insegnare-ai-bimbi-ad-amare-la-lettura_c875a2904214015645ab1a57d9a7ca9cLe fiabe spaventose, come ad esempio Barbablù, attirano i bambini. Spesso i bambini esorcizzano le proprie paure attraverso storie spaventose. Bisogna fare attenzione a non creare nel bambino timori che possano far nascere in lui ansie infondate. La voce di chi legge deve essere divertente.

La strega, l’orco e il lupo, se vengono presentati in modo divertente, possono essere utili a sdrammatizzare le paure. Non bisogna certo negare l’esistenza dei pericoli, ma bisogna razionalizzarli e far notare al bambino, attraverso la fiaba, che il male può essere sconfitto.

[ads2]

Redazione ZONhttps://zon.it
I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Covid-19

Italia
87,285
Totale di casi attivi
Updated on 1 August 2021 - 17:06 17:06